13.9 C
Belluno
domenica, Settembre 20, 2020
Home Cronaca/Politica Polizia locale: sottoscritto l'accordo sicurezza “BL 2 B” per Farra d’Alpago, Tambre,...

Polizia locale: sottoscritto l’accordo sicurezza “BL 2 B” per Farra d’Alpago, Tambre, Puos d’Alpago, Chies d’Alpago e Pieve d’Alpago

L’assessore alla Polizia locale e Sicurezza della Regione del Veneto, Massimo Giorgetti, ha sottoscritto con il Distretto di Polizia locale  bellunese denominato “BL 2 B” il protocollo d’intesa per l’attuazione di un Piano strategico di interventi  in materia di sicurezza urbana. Il Distretto “BL 2 B”, di cui fanno parte i Comuni di Farra d’Alpago, Tambre, Puos d’Alpago, Chies d’Alpago e Pieve d’Alpago, è uno degli 8    distretti nei quali è stato suddiviso il territorio della provincia di Belluno, nell’ambito del piano di zonizzazione della Polizia locale avviato dalla Regione nel 2008 d’intesa con il Ministero dell’Interno. L’obiettivo del piano è stato quello di sviluppare forme associative tra i Comuni in modo da ridurre la polverizzazione sul territorio delle risorse umane ed economiche e quindi  ottimizzare e razionalizzare l’utilizzo degli uomini suddividendo in maniera sinergica i compiti operativi, potenziare le dotazioni tecnologiche e di mezzi, rilanciare la formazione attraverso la Scuola Regionale di Polizia, creare la massima sinergia possibile con le Forze dell’Ordine nazionali. La procedura dell’accordo, preferita a quella del bando, permette di focalizzare meglio le esigenze di ogni singolo territorio e di procedere per obiettivi condivisi con le amministrazioni locali e quindi di ottimizzare le risorse e i servizi. Il protocollo sottoscritto con il Distretto BL 2 B, che la Regione del Veneto finanzierà con € 140.280, prevede, in particolare, l’acquisto di nuove dotazioni strumentali e tecnologiche, il potenziamento delle postazioni di controllo e delle pattuglie della Polizia Locale sul territorio, la realizzazione della centrale operativa con sistema  TETRA e l’attivazione di nuclei speciali di intervento attraverso l’allestimento di auto per infortunistica stradale. “La Regione del Veneto – ricorda l’assessore Giorgetti – è stata tra le prime in Italia ad essersi dotata di una legge che le consente di sostenere economicamente interventi concreti a favore della sicurezza e della promozione della legalità. Questo accordo, come gli altri già sottoscritti o che andremo a sottoscrivere con le amministrazioni locali, ci consentente di realizzare strategie non dirette ai singoli comuni, ma coordinate nel disegno dei 70 distretti di Polizia locale del Veneto. Grazie a queste aggregazioni di risorse e ad una più razionale distribuzione di uomini e mezzi, la maggior parte dei cittadini della nostra regione ha la possibilità di avere una polizia locale più efficiente e più presente sul territorio”.

Share
- Advertisment -



Popolari

Riapre la caccia, ma c’è ancora illegalità in Italia. Il caso del Veneto

Pubblicato l'annuale rapporto del CABS sui reati venatori. Lo studio prende in esame le comunicazioni istituzionali delle forze dell'ordine, stampa accreditata, interventi delle Guardie...

Elezioni 2020. Regionali, referendum sul taglio dei parlamentari, suppletive Senato, Comuni. Affluenza, exit poll e risultati

Urne aperte domenica 20 settembre dalle 7 alle 23, e domani lunedì dalle 7 alle 15 per il voto del referendum costituzionale sul taglio...

Interventi di soccorso sabato sera a Cortina

Cortina d'Ampezzo (BL), 20 - 09 - 20  Ieri attorno alle 19 il Soccorso alpino di Cortina è stato allertato per una coppia di...

Meteo. Instabilità da domenica, temporali da lunedì

Il Centro funzionale decentrato della Protezione Civile del Veneto, alla luce delle previsioni meteo, ha emesso un avviso di criticità idrogeologica ed idraulica, decretando...
Share