13.9 C
Belluno
venerdì, Gennaio 22, 2021
Home Prima Pagina La Belluno-Feltre incorona Bourifa e Sicari. Migidio torna alla vittoria nella gara...

La Belluno-Feltre incorona Bourifa e Sicari. Migidio torna alla vittoria nella gara di cui aveva inaugurato l’albo d’oro nel 2008, Vincenza conquista la gara femminile precedendo la Giordano. Oltre mille atleti al via

Uno spettacolo di atleti, pubblico e volontari. La Belluno-Feltre si conferma appuntamento apprezzato dai podisti e sempre più radicato nel territorio. Un’autentica festa della corsa, lunga 30 km, dal Ponte della Vittoria a Belluno al cuore di Feltre, che oggi ha incoronato Migidio Bourifa, tornato sul gradino più alto del podio della gara di cui aveva inaugurato l’albo d’oro nel 2008 e dov’era stato secondo nel 2009. “Una gara bellissima, con un grande pubblico – ha detto Bourifa -. In Veneto tutti mi vogliono molto bene. Nel 2009 sono stato battuto da un grande Pertile, quest’anno è andata meglio. Un test molto positivo in vista della maratona di Roma”. La gara si è decisa a sei chilometri dal traguardo, sulla leggera salita nei pressi di Busche, quando Bourifa ha allungato sull’italo-marocchino d’adozione bellunese, Said Boudalia, l’unico capace, sino a quel momento, di reggere il ritmo di Bourifa (passaggio per entrambi, alla mezza maratona, in 1h07’24”). Poco meno di due minuti hanno separato gli atleti sul suggestivo traguardo di via Campo Giorgio. Terzo, a 3’15” dal vincitore, Filippo Lo Piccolo. Senza storia la gara femminile. Vincenza Sicari, in preparazione come Bourifa per la maratona di Roma, ha fatto gara a sé sin dai primi metri, transitando alla mezza maratona in 1h16’37”. Argento per la tricolore di maratona, Laura Giordano, che non ha forzato il ritmo essendo attesa dall’impegno sui 42 km (a Treviso) una settimana prima della Sicari. Bronzo per la padovana Giovanna Ricotta. Oltre mille gli atleti al via a Belluno, con quasi 300 partecipanti alla prova non competitiva per i quali l’iscrizione era aperta sino a poco prima della partenza. A margine della prova podistica, oltre duecento partecipanti nel 2° Trofeo Lafuma, prova inaugurale dell’edizione 2010 di Nordic Walking in Tour. Nuovo percorso (10 km da Cesana di Lentiai a Feltre, percorrendo i sentieri del Monte Telva) molto apprezzato da tutti. Il Nordic Walking, nel Bellunese, è una disciplina sempre più popolare. Un successo che si aggiunge a successo per la Belluno-Feltre.  CLASSIFICHE. Uomini: 1. Migidio Bourifa (Valle Brembana) 1h36’00”, 2. Said Boudalia (Biotekna Marcon) 1h37’57”, 3. Filippo Lo Piccolo (Violetta Club) 1h39’15”, 4. Giancarlo Simion (Jager Vittorio Veneto) 1h39’28”, 5. Fabio Bernardi (Bobadilla) 1h41’48”, 6. Francesco Duca (Violetta Club) 1h43’36”, 7. Franco Plesnikar (Us “M. Tosi” Tarvisio) 1h43’50”, 8. Marco Boffo (Brema Running Team) 1h44’57”, 9. Luca Quarta (Atl. Trento) 1h47’15”, 10. Alessandro Manente (Brema Running Team) 1h47’27”.  Donne: 1. Vincenza Sicari (Esercito) 1h50’24”, 2. Laura Giordano (Atl. Industriali Conegliano) 1h53’33”, 3. Giovanna Ricotta (Asi Veneto) 1h55’25”, 4. Rosanna Saran (Idealdoor Lib. S. Biagio) 2h07’55”, 5. Angela De Poi (Us Aldo Moro) 2h10’40”, 6. Loretta Bettin (Atl. Trento) 2h12’15”, 7. Carmen Pigoni (Pod. Madonna di Sotto) 2h14’48”, 8. Susanna Vidoz (Happy Runner Club) 2h15’01”, 9. Eva Vignandel (Pod. Cordenons) 2h18’01”, 10. Milena Grion 2h18’32”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Rete elettrica. Incontro Provincia-Terna-ministro D’Incà. Padrin: «Chiediamo a Terna di conoscere i piani relativi all’intero Bellunese»

La Provincia di Belluno ha incontrato oggi i vertici di Terna, per continuare a ragionare dei miglioramenti infrastrutturali che riguardano le reti elettriche del...

Grandi opere. Padrin: «Belluno assente ma lavoriamo affinché le Olimpiadi risolvano i nostri gap». Bond: «Ennesima dimenticanza del Bellunese»

«Non posso dire di non essere sorpreso. Ma sicuramente le strategie relative alle Olimpiadi, pur non rientrando espressamente nella lista grandi opere per il...

Belluno, record di cassa integrazione. Paglini (Cisl): “A un passo dal baratro, serve un piano territoriale per l’occupazione e il rilancio”

"Eravamo preoccupati prima di leggere i dati, ma i numeri sono numeri e non lasciano spazio a interpretazioni: Belluno è la provincia veneta che...

Recovery Fund e Piano di Ripresa. 210 miliardi della UE da spendere e rendicontare entro il 2026. L’Italia sarà in grado? Probabilmente no

Il 2020 anno nefasto causa pandemia. Risalire si può, con le risorse UE (Recovery Fund e Piano di Ripresa e Resilienza Next Generation EU),...
Share