13.9 C
Belluno
venerdì, Maggio 14, 2021
Home Prima Pagina Festa di chiusura al centro estivo

Festa di chiusura al centro estivo

Venerdì scorso, si sono chiuse con una bella festa per bambini, famiglie e operatori, le attività 2009 del centro estivo comunale.  Il centro è stato aperto, nella scuola materna di Mur di Cadola, dal 6 luglio al 28 agosto per i bambini dai 3 agli 11 anni, organizzato e gestito dalla Cooperativa Monteserva, con servizi di mensa e trasporto. In totale sono stati iscritti 183 bambini, e tutte le settimane hanno registrato il tetto massimo di iscrizioni. Per ogni giornata era stato fissato un massimo di 90 iscritti.
Il tema dell’edizione di quest’anno è stato “Il Nostro Puzzle”, perché i bambini, come tessere del grande puzzle della vita, sono stati accompagnati in un appassionante viaggio ricco di stimoli, attività divertenti e coinvolgenti, alla scoperta degli altri, di sé e della natura del nostro territorio, fino a comporre un’immagine finale completa di significato.
In particolare, sono state proposte le seguenti attività:
Approfondimento e sviluppo della tematica dell’integrazione (multiculturale, ma anche tra i bambini stessi).
quotidianamente: laboratori creativi, passeggiate nei parchi cittadini, giochi di mondialità e di pace, giochi d’acqua, laboratori culinari, cacce al tesoro…
Breve corso di educazione musicale: “Suoni dal mondo – Un mondo di suoni” condotto da Nelso Salton.
Breve corso di fumetto, in cui i bambini hanno appreso alcune divertenti tecniche, condotto da Francesca Vendraminelli. Corso di teatro con la ripresa, rielaborazione e produzione di un breve filmato di una storia sull’integrazione dal titolo “fio di giuggiola”, proiettata nel corso della festa finale.
Collaborazione per alcuni laboratori con l’associazione “Insieme si può…” di Belluno.
Alcuni rappresentanti del progetto “Anna Vienna” hanno incontrato i bambini raccontando loro le storie e i giochi di un tempo, in un’ottica di scambio intergenerazionale che ha coinvolto piacevolmente entrambi i gruppi.  Escursioni sul territorio ogni martedì e giovedì. Il bilancio dell’iniziativa è quindi positivo e a dirsi molto soddisfatto è, in primis, l’assessore alle Politiche per la Famiglia, Marco Da Rin Zanco: “Anche quest’estate il Comune di Belluno non ha fatto mancare il proprio appoggio alle famiglie in una stagione come quella estiva che spesso pone grossi problemi di accudimento dei figli a fronte del lungo periodo di chiusura delle scuole. Anche in un’annata difficile per le finanze degli enti pubblici, voglio ricordare che le tariffe del centro estivo, “tariffe sociali”, sono rimaste le medesime dell’anno scorso. Tengo anche a sottolineare la valenza educativa del nostro centro estivo che ha visto impegnati operatori professionali, alle prese in particolare con un tema importante come quello dell’integrazione. E’ doveroso e sentito un ringraziamento alla Cooperativa Monteserva che ha gestito il Centro con professionalità e infine un plauso anche a tutti quei privati e soggetti no-profit che hanno lavorato quest’estate per offrire opportunità per i nostri bambini e giovani, andando a completare il panorama di proposte estive a disposizione delle famiglie bellunesi”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Belluno. Mappa delle asfaltature dal 19 maggio al 30 luglio

Per consentire i lavori di fresatura e asfaltatura per il ripristino del manto stradale in alcune vie, nel periodo dal 19 maggio al 30...

104mo Giro d’Italia. Il 19 maggio la diretta della presentazione della tappa dolomitica del 24 maggio

Il 19 maggio alle ore 11 avrà luogo nella Sala Consiliare del Comune di Cortina, in Corso Italia n. 33 la presentazione della tappa...

Divide et impera. Terna ci riprova trattando separatamente con i singoli Comuni

Terna pare aver fatto sua la strategia di Giulio Cesare, "Divide et impera" e riprende la trattativa separata con i singoli Comuni. Alcuni dei...

Sfregiati gli affreschi del rustico di Villa Patt a Sedico. Cibien: “Sporgeremo denuncia”

Brutta sorpresa per i tecnici della Provincia di Belluno. Nei giorni scorsi un sopralluogo a Villa Patt (a Sedico) ha fatto scoprire una serie...
Share