13.9 C
Belluno
venerdì, Novembre 27, 2020
Home Cronaca/Politica 200mila euro dalla Regione al Comune di San Donà di Piave per...

200mila euro dalla Regione al Comune di San Donà di Piave per promuovere l’area del Veneto orientale

Franco Manzato vicepresidente Regione Veneto
Franco Manzato vicepresidente Regione Veneto

L’impegno della Regione Veneto a promuovere la realizzazione di iniziative per il decentramento amministrativo e lo sviluppo economico del Veneto Orientale, sostenendo le attività imprenditoriali e gli insediamenti produttivi, prende forma per quanto riguarda turismo ed enogastronomia grazie ad un accordo di programma con il Comune di San Donà di Piave, approvato dalla Giunta di Palazzo Balbi su proposta del vicegovernatore Franco Manzato. In questo programma, che include anche altre iniziative di collaborazione con gli Enti locali, si inserisce il progetto “Tra terra e cielo, tutto il sapore del Veneto”, presentato alla Regione dall’amministrazione sandonatese con il coinvolgimento dell’Associazione Commercio Turismo e PMI di Jesolo-San Donà e del Consorzio Pro Loco del Veneto Orientale. Le iniziative, che dalla Giunta regionale hanno ricevuto un finanziamento di 200mila euro, prevedono l’organizzazione della manifestazione “Ciao Venezia” a Klagenfurt, durante la quale saranno allestiti stand e ristorante per promuovere soprattutto gli ortaggi del litorale, i salumi e i vini del territorio, protagonisti anche di una cena di gala. Sarà creata anche una spettacolare scultura di sabbia celebrativa del turismo sulle nostre spiagge, da sempre le più amate dai visitatori tedeschi ed austriaci. Due le celebrazioni storiche rientranti nell’accordo di programma. La prima, denominata “La vita di trincea e gli scontri sul Piave” ricorderà la prima guerra mondiale con ambientazione nei pressi del ponte di San Donà, mentre la seconda sarà dedicata al “Gaudium Sancti Donati” in accordo col comune di Musile. La moda si legherà invece all’enogastronomia nelle serate di “Food & Fashion” in diversi centri del Veneto Orientale, per valorizzare l’immagine del sistema economico locale tra sfilate di abiti ed eccellenze della gastronomia. Infine, punta al grande pubblico anche la “Notte bianca del gusto – Che buona”, che sarà realizzata prima della fine dell’estate dal tardo pomeriggio del sabato alla domenica mattina: in molte località del Veneto Orientale sarà presentato il meglio della produzione agroalimentare veneta, dal pesce al vino, dalla pasticceria all’ortofrutta, dalla carne ai formaggi.

Share
- Advertisment -

Popolari

Luigina Tollot è il nuovo primario di Oculistica di Belluno

Luigina Tollot è stata nominata direttore della Unità Operativa Complessa di Oculistica di Belluno. Dopo il pensionamento del dott. Sperti lo scorso giugno, è...

Un drive-in tamponi anche a Ponte nelle Alpi: sarà attivo da lunedì 

Anche il territorio di Ponte nelle Alpi avrà il suo drive-in per effettuare i tamponi. Sorgerà a Nuova Erto, nella zona delle casette degli Alpini,...

Si cercano donatori di plasma iperimmune

Belluno, 26 novembre 2020 - Continua l'arruolamento per la donazione di plasma iperimmune dei pazienti convalescenti da COVID19 anche in Ulss Dolomiti. Già valutati...

Elezioni per il quadriennio 2021- 2024 dell’Ordine dei Medici e Odontoiatri. La lista “Facciamo Ordine” presenta la sua squadra

Ci saranno i riflettori puntati quest'anno per il rinnovo delle cariche del quadriennio 2021-2024 dell'Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della provincia di Belluno,...
Share