13.9 C
Belluno
mercoledì, Novembre 30, 2022
Home Cronaca/Politica Leggi emergenziali. Cunial (Misto): "La Corte Costituzionale sta abiurando al suo ruolo,...

Leggi emergenziali. Cunial (Misto): “La Corte Costituzionale sta abiurando al suo ruolo, ho scritto al presidente Amato”

Sara Cunial, deputato

Roma, 22 apr. ’22 – “Dopo la vergognosa ordinanza emessa dalla Corte Costituzionale, che ha dichiarato inammissibile il conflitto di attribuzione sollevato dalla sottoscritta per l’accertamento della violazione delle attribuzioni parlamentari a seguito della persistente decretazione d’urgenza durante la cosiddetta pandemia, ho scritto personalmente al Presidente della Corte costituzionale, Giuliano Amato” afferma la deputata del gruppo Misto, Sara Cunial, che nell’ottobre scorso ha presentato alla Corte una richiesta di esame in merito.

“Questa sentenza è emblema di una Corte che, disconoscendo il proprio ruolo e la propria missione, ha appoggiato in modo incondizionato un Governo che ripetutamente ha esautorato il parlamento della sua funzione legislativa nascondendosi dietro una foglia di Fico – continua –. Porre la fiducia su decine e decine di disegni di legge, significa calpestare il ruolo del singolo parlamentare, del tutto impotente dinnanzi a questa prassi istituzionale, e fare del parlamento un mero organo ratificatore delle decisioni del Governo, disconoscendo così uno dei capisaldi del nostro ordinamento democratico basato sulla separazione dei poteri. Tutto ciò oltre ad essere gravissimo è estremamente pericoloso – spiega – se il parlamentare da attore principale del potere legislativo, con l’utilizzo sistematico in fase emergenziale dello strumento della fiducia, non viene più riconosciuto, tutto il nostro sistema democratico perde infatti la sua identità e validità. Con l’ordinanza n. 80 del 2022 arriva quindi il colpo finale alla nostra già malconcia democrazia. Quello che si paventa all’orizzonte è oggi una vera e propria dittatura, neanche troppo mascherata, autoprotetta e legittimata costituzionalmente, anche attraverso l’elezione di un presidente della Repubblica sempre più rappresentate della politica piuttosto che della unità nazionale, e grazie all’elezione di politici, come appunto il Presidente Amato, nella Corte Costituzionale, al posto di magistrati terzi e garanti. Tutto ciò è inaccettabile – conclude Cuinial – così come appare del tutto inconcepibile che, ad oggi, nessun garante della Costituzione abbia alzato la testa, in difesa del nostro Paese, della sua Carta e della sua Libertà”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Gran finale al Mig, Premio Mastri Gelatieri, Premio MIG Green e l’attesissima 52ma Coppa d’Oro

52ma Coppa d’Oro, vince il gusto malaga di Barbara Bettera di Rivolta d’Adda Con gli ultimi concorsi si chiude la Mig 2022 Longarone, 30 novembre...

Vino & Arte in Villa in Valbelluna, prima edizione. Sabato a Villa Miari Fulcis a Modolo

Feltre, 30/11/2022  Grazie ad un contributo della Regione Veneto e la collaborazione tra Consorzio Dolomiti Prealpi, Villa Miari Fulcis e Villa San Liberale sono in...

Infiltrazioni criminalità organizzata nel tessuto economico del Veneto

Marghera, 30 novembre 2022. Quello dell’infiltrazione della criminalità organizzata nelle Imprese del Nord Est è purtroppo uno dei fenomeni che in questi ultimi anni...

Da giovedì 8 a domenica 11 dicembre nelle piazze il “Panettone fatto per bene” di Emergency

Il dolce tipico del Natale quest’anno avrà tutto un altro sapore: da giovedì 8 a domenica 11 dicembre 2022 Emergency sarà con i suoi...
Share