13.9 C
Belluno
domenica, Luglio 3, 2022
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti La memoria delle pietre. Venerdì la presentazione della nuova edizione del libro...

La memoria delle pietre. Venerdì la presentazione della nuova edizione del libro di Aldo Sirena

La copertina della seconda edizione del 1996

L’Associazione culturale Tina Merlin, con il patrocinio della Provincia e del Comune di
Belluno venerdì 17 dicembre alle ore 18,00 presenterà a Belluno in Sala Bianchi, viale
Fantuzzi 11, una nuova edizione del libro di Aldo Sirena “La memoria delle pietre, Lapidi e monumenti della resistenza in Provincia di Belluno”.

Porteranno il saluto il sindaco di Belluno Jacopo Massaro e il presidente della Provincia Roberto Padrin. Interverranno Adriana Lotto, presidente dell’Associazione culturale Tina Merlin, e lo storico prof. Maurizio Reberschak.
Il volume si avvale del patrocinio della Provincia e di 40 Comuni nel cui territorio sono presenti le lapidi.

Si tratta di una nuova edizione che non si limita a riproporre quella del 1995 da molto tempo esaurita, ma è ampiamente aggiornata e arricchita nei contenuti e nella grafica. In particolare sono state aggiunte le decine di lapidi collocate dopo il 1995, circa 300 fotografie e l’indice dei nomi, ed è stato riordinato l’apparato di note, spesso trasformate in testi a parte. Il volume è stato integrato con nuovi documenti e ricerche nel frattempo pubblicati, seguendo in ciò lo stesso esplicito proposito dell’autore che sollecitava un impegno di continuo aggiornamento considerando il proprio lavoro come un’opera corale.
Il libro viene pubblicato nel centesimo anniversario della nascita e nel venticinquesimo della
scomparsa dell’autore. Contiene una breve biografia per ogni persona ricordata nelle singole lapidi e una descrizione dei fatti ai quali si riferiscono, oltre ad elementi introduttivi generali. Intende così contribuire ad una conoscenza seria e documentata delle vicende della Resistenza bellunese. Nel contempo è anche una guida nella geografia delle nostre vallate e, soprattutto per le giovani generazioni, la testimonianza viva, proprio attraverso le lapidi e i monumenti e i nomi dei caduti, della Resistenza e della lotta della popolazione e delle formazioni partigiane contro l’occupazione tedesca.

Il lavoro di aggiornamento è stato curato dall’Associazione culturale Tina Merlin.
Editore: Editoriale Programma, Treviso

Share
- Advertisment -

Popolari

Ciclabile Soverzene-Ponte, la Provincia promuove la nuova passerella sul Piave

Da Rold: «Fare rete tra territori per integrare una mobilità sempre più sostenibile» «Le piste ciclabili sono un'infrastruttura importantissima e anche un simbolo. Sono importanti...

Interventi di soccorso in montagna

Val di Zoldo (BL), 02 - 07 - 22   Alle 18.40 circa l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è volato al Rifugio Sonino...

Giochi in musica. Lezioni per giovanissimi dalla Filarmonica di Belluno. A Cavarzano, Limana, Nevegal, Pieve di Cadore

Giochi in musica. Anche per l'estete 2022, la Filarmonica di Belluno organizza lezioni gratuite e aperte dedicate ai bambini di età compresa tra i...

Che cos’è il bene comune? * di Daniele Trabucco

Nel dibattito politico si sente spesso ripetere, tanto dalle forze di maggioranza, quanto da quelle di minoranza, che la loro azione tende a realizzare...
Share