13.9 C
Belluno
mercoledì, Ottobre 5, 2022
Home Cronaca/Politica La Provincia di Belluno a Siena per "ConversAzioni": presentata l'esperienza del progetto...

La Provincia di Belluno a Siena per “ConversAzioni”: presentata l’esperienza del progetto ambientale sulla carbon neutrality

«Abbiamo puntato i riflettori su Vaia e sulla necessità di intervenire per contrastare il cambiamento climatico»

La Provincia di Belluno ha partecipato oggi – 30 settembre – a Siena a “ConversAzioni”, una due giorni cominciata ieri dedicata alle tematiche ambientali e in particolare alla carbon neutrality. Si tratta di un importante convegno che vede tra gli organizzatori anche l’Università di Siena e che mette attorno allo stesso tavolo diversi soggetti istituzionali interessati alle politiche ambientali. Per l’amministrazione provinciale c’era il consigliere delegato all’ambiente, che ha preso parte alla sessione dedicata alla pianificazione dei territori per la carbon neutrality, insieme alla Provincia di Parma e al Comune di Mantova.

«Con questi partner, ci accomuna il fatto di aver intrapreso un percorso sulla carbon neutrality, vale a dire sull’obiettivo di arrivare a saldo zero tra emissioni Co2 prodotte ed emissioni riassorbite dall’ambiente di pregio in cui abbiamo la fortuna di vivere nel Bellunese» spiega il consigliere provinciale delegato, che ha portato all’attenzione del convegno sia le criticità bellunesi nella qualità dell’aria (come il superamento dei valori di riferimento per quanto riguarda la sostanza inquinante del benzo(a)pirene), sia gli aspetti positivi conseguenti alla tempesta Vaia del 2018. «Una tempesta che è stata indice di consapevolezza del cambiamento climatico in atto. Il cuore della discussione è stato l’esperienza del percorso sulla carbon neutrality, che a Belluno è nato su iniziativa della Rete degli Studenti a seguito di uno dei tanti Friday for future. I ragazzi ci hanno dato lo stimolo, e la pubblica amministrazione ha recepito positivamente. Tanto che abbiamo assegnato all’Università di Siena uno studio per la raccolta dati delle emissioni prodotte nel nostro territorio».

La raccolta dati è in fase di chiusura: nei prossimi mesi, una volta conclusa l’elaborazione e l’analisi dei numeri, la Provincia avrà le informazioni per valutare le misure da intraprendere. «L’obiettivo finale è varare le azioni necessarie per ottenere la certificazione Carbon neutral» conclude il consigliere provinciale. «L’esperienza di Siena è stata molto positiva e ci spinge a proseguire sulla strada già tracciata, ampliando le riflessioni su un tema di stringente attualità e importantissimo per la nostra provincia. Abbiamo il dovere di conservare la qualità dell’ambiente in cui viviamo».

Share
- Advertisment -

Popolari

Variazione di bilancio per bonifica sversamenti idrocarburi in Nevegal e Castion. De Kunovich: “Cerchiamo fondi esterni”

Belluno, 5 ottobre 2022 - Variazione al bilancio comunale per la bonifica di due sversamenti di idrocarburi: con 22 mila euro sarà incrementato lo...

Giornata Nazionale del Cane Guida 2022

In occasione della Giornata Nazionale del Cane Guida che si celebra il 16 ottobre di ogni anno, l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti...

Gas. Trabucco: “Ecco perché aumenta e quali soluzioni adottare”

Il gas aumenta perché gli speculatori comprano e rivendono i "future", ossia quei contratti medianti i quali ci si impegna ad acquistare una certa...

Bimbo morto per hashish. Aldrovandi (Oss. Sostegno vittime): “Gravissime negligenze da parte degli adulti”

«Morire a due anni per droga. Sembra assurdo eppure è accaduto. Questa è la tragica fine del piccolo Nicolò, nel cui sangue è stata...
Share