13.9 C
Belluno
sabato, Settembre 18, 2021
Home Pausa Caffè Via al progetto “COndiVIDiamo” per i giovani e famiglie. Una iniziativa del...

Via al progetto “COndiVIDiamo” per i giovani e famiglie. Una iniziativa del Consorzio Bim Piave finanziata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri 

Il Consorzio BIM Piave di Belluno ha avviato il progetto “COndiVIDiamo: le relazioni che fanno comunità” nell’ambito del progetto “EduCare” finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Politiche della Famiglia.

In seguito alle misure di contenimento contro il Covid-19, i bambini e i ragazzi sono stati costretti a rinunciare a gran parte delle loro attività e a limitare i rapporti sociali con i loro coetanei all’interno delle comunità di appartenenza. Nel territorio della provincia di Belluno, le iniziative ludico ricreative e di educazione non formale sono state drasticamente ridotte e questo ha causato ricadute negative su tutta la comunità. Infatti, le famiglie hanno dovuto rivedere e rimodulare i loro tempi vita-lavoro e i giovani si sono visti privare dei luoghi identitari per la loro crescita comunitaria.

Dinanzi a tale situazione, il progetto “COndiVIDiamo” vuole dare una risposta al proprio territorio attivando un processo di rigenerazione territoriale attraverso il protagonismo dei giovani e delle loro famiglie. Lo scopo del progetto è di creare una rete multidisciplinare di partner in grado di offrire servizi di educazione non formale e attività ludico-ricreative che sappiano rispondere alle esigenze specifiche delle famiglie del territorio.

Pier Luigi Svaluto Ferro

E’ per noi un’immensa soddisfazione poter dare il via al progetto “COndiVIDiamo” – afferma il presidente facente funzioni Pier Luigi Svaluto Ferro – Sarà una grande opportunità per il territorio e rappresenta un altro passaggio fondamentale per la promozione delle politiche della famiglia, ponendo il Consorzio BIM come un soggetto attento e promotore di queste tematiche. Andremo infatti ad alimentare il lavoro già in essere sulla certificazione Family Audit e la cui rete già creata consentirà di offrire a bambini, giovani e famiglie delle opportunità di divertimento, apprendimento e scambio. Il Covid-19 ci ha fortemente provati e la necessità dei nostri ragazzi di uscire e creare momenti di socializzazione è diventata prioritaria. La molteplicità degli eventi offerti darà ristoro al nostro territorio con proposte creative, formative e innovative

All’interno del progetto sono previsti vari laboratori, dal teatro alla musica, dall’architettura alla cultura locale. “COndiVIDiamo” ha lo scopo di ricostruire una nuova ‘normalità’ che sia capace di partire dalle necessità dei minori e delle loro famiglie per promuovere la comunità locale e la sua cultura. A tal fine il progetto vuole ascoltare il territorio e le istanze delle famiglie, dei giovani e dei ragazzi e per fare questo verranno realizzati incontri di confronto e ascolto del territorio.

 

 

Share
- Advertisment -




Popolari

Denunciato il direttore della Ser.S.A.

7Belluno, 17 settembre 2021 - Può un direttore di una Rsa impedire la visita di un parente diretto nell’orario prestabilito, in possesso di prenotazione...

Crisi Acc. Donazzan: Dopo le rassicurazioni di Annibaletti confidiamo in una posizione coerente del Mise

Venezia, 17 settembre 2021  -  L’Assessore regionale al lavoro del Veneto, Elena Donazzan, alla luce delle odierne dichiarazioni riportate dalla stampa locale in merito alla...

ACC. Incontro al Mise del 28 settembre. Zuglian: “La Fim Cisl non lascerà che a pagare errate valutazioni o previsioni siano ancora i lavoratori”

"La Fim Cisl giudica positivamente la pronta convocazione del tavolo ACC al Mise del 28 settembre. Alla luce di alcune dichiarazioni apparse sui giornali...

Via le restrizioni del green pass a scuola, sono discriminatorie e pericolose

L’Italia è il Paese con il Green Pass più restrittivo d’Europa eppure non ci sono ancora linee guide precise su come vivere la quotidianità...
Share