13.9 C
Belluno
mercoledì, Giugno 23, 2021
Home Cronaca/Politica No paura day 3. Diminuisce il pubblico, ma non i contenuti

No paura day 3. Diminuisce il pubblico, ma non i contenuti

No paura day 3 – Belluno 9 maggio 2021

Belluno, 9 maggio 2021 – In 150 circa, oggi pomeriggio ai giardini di piazza dei Martiri, hanno applaudito i tre relatori all’appuntamento “No paura day” terza edizione.

Ad aprire la manifestazione è stata Cristina Muratore, farmacista, che ha esordito precisando la sua posizione: “Io non sono novax, non sono negazionista, non nego la presenza del virus”. “Vogliamo solo sconfiggere la paura attraverso l’informazione – ha detto – Perché a causa di una narrazione mediatica falsa, c’è uno stato di paura immotivata, che diventa uno stress continuato che ci fa stare in ansia. Uno stato di frustrazione che diventa patologico anche quando non c’è un reale pericolo. E’ giusto avere paura di un pericolo, ma se il nemico è finto è una fobia, e dunque va sconfitta la fobia”. La farmacista accusa la stampa locale che non avrebbe riportato correttamente fatti e dichiarazioni. Per quanto riguarda i vaccini, la Muratore ha sostenuto il diritto a poter scegliere liberamente: “Un conto è essere a favore del vaccino quale strumento di prevenzione, che comunque va sempre valutato caso per caso rischi/benefici. Ma io voglio essere libera di scegliere. Voglio che tutti voi siate liberi di scegliere. E non è vero che questi vaccini ci daranno la libertà, perché non fermano il contagio, lo dice l’Aifa”.

Non si capisce quindi come i politici oggi parlino di passaporti vaccinali se è vero come è vero che una persona vaccinata può essere ancora portatrice sana del virus.

Dario Aiello, chimico farmaceutico, che conosce per motivi di lavoro la situazione della Gran Bretagna, ha fornito una serie di dati ricavati dai siti ufficiali.

“Non sono un novax – ha detto – sono per i vaccini sicuri. Questi vaccini non spezzano la catena del contagio”. Aiello cita fonti ufficiali inglesi che sostengono come “la vaccinazione sia il modo più efficace per ridurre i decessi e le malattie gravi da COVID-19”. E tuttavia, fa notare Aiello, posto che tutti i vaccini presentano una percentuale di reazioni avverse gravi di circa 1 caso ogni milione, attualmente nel Regno Unito su 11 milioni di persone vaccinate, si sono registrati effetti avversi dai 3 ai 6 su mille. Insomma una percentuale ben più alta dell’1 per milione. Il sito inglese recita: “Il numero stimato di prime dosi di vaccino COVID-19 AstraZeneca somministrato nel Regno Unito entro il 28 aprile era di 22,6 milioni e il numero stimato di seconde dosi era di 5,9 milioni. L’incidenza complessiva di segnalazioni di casi di eventi tromboembolici con piastrine basse dopo la prima dose o non nota è stata di 10,5 per milione di dosi”.

Anche il rapporto dell’Aifa, del resto, sulla sorveglianza dei vaccini Covid in Italia rivela che dal 27 dicembre 2020 al 26 marzo 2021 sono morti 100 italiani dopo avere fatto il vaccino (dato statistico perché non è stato accertato il nesso causale). In 76 persone avevano avuto una o due dosi di Pfizer/BioNTech, mentre 12 hanno avuto un evento avverso letale dopo avere ricevuto Moderna e altri 12 dopo avere ricevuto AstraZeneca. Il tasso di segnalazione di letalità è stato quindi 1,1 ogni 100 mila dosi inoculate per Pfizer, di 2,8 ogni 100 mila dosi per Moderna e di 0,7 ogni 100 mila dosi per AstraZeneca.

Ha concluso la giornata Giuni De Cesero, con il racconto della sua esperienza personale e alcuni esempi coraggiosi di chi, contravvenendo ai protocolli, è riuscito a salvare delle vite.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Cento anni del Trenino delle Dolomiti: i radioamatori del Cadore e di Brunico portano le celebrazioni in tutto il mondo

“È stata un’esperienza bellissima; organizzare un’attività radioamatoriale congiunta tra le sezioni ARI Cadore e Brunico in occasione dei Campionati Mondiali di Sci a Cortina...

Mask to Ride. Parte il nuovo tour di Alvaro Dal Farra, 7mila Km in 12 giorni

Dopo MBE si parte con Mask to Ride. E' iniziata finalmente l'estate di Alvaro Dal Farra, che appena rientrato dal Motor Bike Expo di...

Escursionista scivola dagli Sfornioi e perde la vita

Val di Zoldo (BL), 23 - 06 - 21   Poco prima delle 14 la Centrale del 118 è stata allertata dai compagni di un'escursionista...

Diffamazione a mezzo stampa: incostituzionale il carcere obbligatorio. Compatibile solo nei casi di ecceziionale gravità

Roma, 22 giugno 2021 - La Corte costituzionale ha esaminato oggi le questioni sollevate dai Tribunali di Salerno e di Bari sulla legittimità costituzionale...
Share