13.9 C
Belluno
domenica, Maggio 9, 2021
Home Prima Pagina Donazione della Polizia di Stato a favore delle donne e alle loro...

Donazione della Polizia di Stato a favore delle donne e alle loro famiglie colpite dalla crisi economica

Questura di Belluno

Nella consapevolezze di quanto a volte sia difficile denunciare una violenza subita, soprattutto quando la stessa avviene in ambito domestico, la Polizia di Stato ha voluto portare nelle piazze dei comuni della provincia di Belluno, attraverso il camper “Questo non è amore”, un forte messaggio di solidarietà e vicinanza alle donne, per informarle delle opportunità messe loro a disposizione dalla normativa di settore e incoraggiarle a denunciare eventuali violenze subite o di cui si è venuti a conoscenza, contribuendo così all’emersione di questo drammatico fenomeno.

“Molte volte si è stati colpiti dal fatto che le donne che si avvicinavano alle nostre operatrici – recita una nota della Questura di Belluno – , spesso non erano vittime di una violenza subita ma protagoniste, loro malgrado, di altre situazioni di disagio, spesso legate a sopravvenute e momentanee difficoltà economiche legate al Covid-19.
Sulla base di questa esperienza si è scelto di continuare per quanto possibile ad essere vicino alla categoria, questa volta con un gesto concreto e, pertanto, insieme al Liceo Artistico Catullo e alle associazioni Belluno Donna, FIDAPA, UNICEF e SOROPTIMST, si è pensato di destinare una somma di denaro ad una parrocchia della provincia, che permetterà ad alcune donne, e alle loro famiglie, di fronteggiare le necessità sopravvenute per la perdurante emergenza virus”.

I fondi sono stati raccolti tramite la vendita dei biglietti della lotteria organizzata tra le iniziative di prevenzione e contrasto alla violenza sulle donne nell’ambito del progetto nazionale “questo non è amore”, durante il quale era stato organizzato un concorso per premiare una delle migliori opere realizzate, sul delicato tema, dagli studenti del liceo artistico Catullo.

Tra i lavori in palio alla Lotteria c’era una  statua lignea di una donna, scolpita da un anonimo poliziotto in quiescenza. La statua è stata donata alla scuola per eventuali successive manifestazioni sull’argomento del contrasto alla violenza di genere.

Share
- Advertisment -

Popolari

Cinema Italia, tutto quello che c’è da sapere sullo storico cinema di Belluno. Martedì con il Fai Giovani su piattaforma Zoom

Il gruppo Fai Giovani di Belluno ha organizzato una conversazione on line dedicata allo storico cinema Italia di Belluno. Il gestore Manuele Sangalli porterà...

Il Lions Club Belluno dona 18 Pc alle scuole di Borgo Valbelluna

Il Lions Club Belluno, dopo l’apprezzato intervento per le scuole primaria e secondaria di Limana, ha voluto donare alle scuole di Borgo Valbelluna diciotto...

Si può battere sul tempo l’infezione da Sars Cov 2 grazie agli antivirali e ad una nuova organizzazione del territorio

È ormai acclarato che l’opportunità terapeutica dell’utilizzo degli antivirali contro l’infezione da Sar-Cov2 è tanto più efficace quanto prima si utilizzano tali rimedi fin...

No paura Day 3. Domenica alle 16 in piazza Martiri a Belluno

Belluno, 9 maggio 2021 – Oggi pomeriggio alle ore 4 in piazza dei Martiri a Belluno si terrà il terzo appuntamento “No paura day”,...
Share