13.9 C
Belluno
domenica, Ottobre 25, 2020
Home Cronaca/Politica Nuovo blitz di Centopercentoanimalisti allo stadio di Belluno e Trento

Nuovo blitz di Centopercentoanimalisti allo stadio di Belluno e Trento

Nuovo blitz del Movimento Centopercentoanimalisti che nella notte tra il 14 e 15 ottobre, hanno affisso manifesti all’entrata dello stadio di Belluno e di Trento con la scritta “Lo sport non cancella l’odore!”

Domenica 18 ottobre, infatti, si affronteranno a Belluno le due squadre di calcio del Trento e del Belluno. “Squadre – dichiarano in una nota gli attivisti del Movimento – che rappresentano due province nelle quali la vita degli animali liberi non vale nulla. Molti degli abitanti sono cacciatori, e più ancora ne vengono da altre regioni, pagando per poter ammazzare creature innocenti.

Il Tar di Trento – prosegue la nota –  ha sospeso la condanna dell’Orsa siglata JJ4, e dei suoi tre cuccioli, che da soli non sarebbero potuti sopravvivere. Ma è un risultato provvisorio. Nel lager del Casteller tre Orsi detenuti stanno impazzendo. Belluno ha programmato lo sterminio di migliaia di cervi, senza neppure la scusa della pericolosità: solo per la “gioia” dei cacciatori. E marmotte, caprioli, cinghiali vengono quotidianamente assassinati, mentre animali protetti come le aquile vengono uccisi dai bracconieri, che altro non sono che cacciatori che non pagano la licenza.

Centopercentoanimalisti coglie l’occasione anche di questo evento sportivo per tener viva la necessità di cessare questi biocidi, denunciando i cacciatori (e le compiacenti amministrazioni locali) come pericolosi distruttori dell’ambiente che è patrimonio di tutti.

Il Movimento  – conclude la nota – aveva chiesto nei giorni scorsi, l’autorizzazione (rilasciata dalla Questura di Belluno) per poter manifestare davanti all’ingresso dello stadio domenica 18 ottobre in favore degli Orsi del Trentino, ma non sarebbe stato giusto nei confronti degli altri Animali che vengono assassinati nella provincia di Belluno in nome della “selezione”, quindi si è deciso di cambiare strategia.

 

Share
- Advertisment -


Popolari

Quattro furti in abitazione ad Alano di Piave

Alano di Piave, 25 ottobre 2020  - Quattro furti in appartamento ad Alano di Piave nella serata di ieri. Ignoti, previa effrazione degli infissi,...

Tre interventi di soccorso in montagna

Belluno, 25 - 10 - 20    Alle 11 circa la Centrale del 118 è stata allertata dagli amici di un ragazzo colto da...

Auto e Moto d’Epoca. Bilancio positivo a Padova per la 37ma edizione della rassegna

Il patron Mario Carlo Baccaglini: “Siamo molto soddisfatti. La decisione di fare la fiera nonostante il grande momento di difficoltà ed incertezza del settore...

50 nuovi volontari della Protezione Civile. Padrin e Bortoluzzi: «Le tute fluo sono sempre più indispensabili per il nostro territorio»

Si è concluso oggi, domenica 25 ottobre, l'ultimo corso di Protezione Civile organizzato e curato dalla Provincia di Belluno. Hanno partecipato 50 persone, soprattutto...
Share