13.9 C
Belluno
sabato, Ottobre 31, 2020
Home Cronaca/Politica Feltre. “La Terra a chi la lavora”, assegnati a 11 aziende agricole...

Feltre. “La Terra a chi la lavora”, assegnati a 11 aziende agricole locali 12 ettari di terreni comunali

Walter Bonan, assessore

i assegnati nei giorni scorsi, dopo la chiusura del bando pubblico e l’analisi degli atti di gara, gli appezzamenti di terreni pubblici comunali da destinare ai coltivatori locali, nell’ambito del progetto “La terra a chi la lavora”.

Sono oltre 12 ettari di terreno coltivabile che sono stati assegnati a 11 imprenditori della zona, nell’ambito di un piano di sviluppo di un’agricoltura sostenibile.
Tra i requisiti premianti nel bando di assegnazione vi erano: la gestione del terreno con metodo biologico e/o la certificazione dello stesso fino alla data di riconsegna, l’inerbamento permanente a prato polifita, l’impegno a destinare almeno il 20 % della superficie a colture locali tradizionali certificate e a rischio di erosione genetica e ancora l’impegno a fornire con i propri prodotti l’agrimercato cittadino o essere giovane agricoltore.

“Il nuovo bando di assegnazione dei terreni agli imprenditori agricoli locali si inserisce in un piano di sostegno verso l’ agroecologia, ma direi anche in un percorso culturale, che l’Amministrazione ha avviato da molti anni, anche a seguito di un ampio ed articolato confronto su un innovativo regolamento comunale di Polizia Rurale con il Laboratorio di Cittadinanza e con le Associazioni di Categoria del mondo agricolo”, sottolinea l’assessore all’Ambiente e ai Beni Comuni Valter Bonan.

“Lo scopo, prosegue Bonan, similmente a quanto avviene per gli “Orti Comuni”, è quello di garantire una più ampia e continuativa opportunità di utilizzo dei terreni comunali secondo le linee di un’agricoltura sostenibile e responsabile, favorire la conversione delle produzioni al biologico e mettere in condizione i coltivatori assegnatari di poter accedere a pieno alle misure di sostegno correlate alle attività colturali realizzate. Considerando poi che alcuni dei prodotti qui coltivati arriveranno direttamente sulle bancarelle dell’agrimercato cittadino, conclude Bonan, possiamo davvero dire che anche grazie a questa iniziativa riusciremo a consolidare concretamente

Share
- Advertisment -


Popolari

Escursionista in gravi condizioni, ruzzolato per 200 metri

Taibon Agordino (BL), 31 - 10 - 20   Attorno alle 14 la Centrale del Suem è stata allertata da due escursionisti che avevano perso...

Nasce Gusto in Scena, il periodico di Lucia e Marcello

Dove tutto è alta qualità, sono le idee e i valori storico-culturali delle scelte a creare la differenza. Nasce su queste basi "Gusto in...

Artigiani preoccupati dallo spettro di un nuovo lockdown. Scarzanella: «Garantiamo la prosecuzione delle attività alle imprese che rispettano le regole»

«Gli artigiani, a questo punto, tremano. Abbiamo paura di un nuovo lockdown e siamo in balia dell'incertezza che ne deriverà. Più di qualcuno potrebbe...

Sovracanoni idrici. De Menech: “Belluno rischia di perdere milioni di euro a causa di una proposta di legge di Forza Italia a favore dei...

Roma, 31 ottobre 2020   «Un danno enorme per le amministrazioni locali. La Provincia di Belluno rischia di perdere milioni di euro». Il deputato bellunese...
Share