13.9 C
Belluno
giovedì, Maggio 6, 2021
Home Cronaca/Politica Vince il sì, vince il popolo sovrano. Il futuro Parlamento avrà 600...

Vince il sì, vince il popolo sovrano. Il futuro Parlamento avrà 600 membri, 345 in meno dell’attuale

I dati non sono ancora noti, ma le proiezioni non lasciano dubbi. Davvero qualcuno poteva credere che il popolo sovrano si precipitasse in massa alle urne per salvare 345 poltrone? Ora il verdetto è servito. I sì seppelliscono i no, nel momento in cui scriviamo 60% a 40%. Questa è la distanza che separa il Paese reale da quello virtuale, rappresentato dai giornaloni e dalla propaganda degli intellettuali, in maggioranza schierati per il no, e che parlandosi tra loro amplificati dai media hanno scomodando pure la democrazia, che nulla ha a che fare con la cura dimagrante agli inquilini di Palazzo Madama e Montecitorio.
Il prossimo Parlamento sarà di 600 membri (400 deputati e 200 senatori), anziché di 945 come oggi, un taglio di 345 poltrone che porta l’Italia in linea con gli altri Paesi europei. Erano forse tutti grillini quelli che hanno votato per il taglio? Certo che no. Questo è il voto del popolo sovrano che, chiamato ad esprimersi, ha bocciato questa classe politica, irridendo a tutte le élite.
La riduzione del numero di parlamentari, comunque, era nei programmi di tutti i partiti della Prima e della Seconda Repubblica, ma era solo un magnifico spot da esibire ad ogni campagna elettorale. Quando però la questione è diventata seria, la classe politica e le élite hanno fatto quadrato in difesa dello status quo ed hanno giocato l’ultima carta del referendum. Senza però fare i conti con il popolo sovrano, che quando si tratta di tagliare poltrone diventa unito, indipendentemente dal credo politico. Uno sberleffo colossale alla casta, dunque, che dovrà rivedere anche il sistema elettorale, blindato da 15 anni nei listini bloccati, senza che l’elettore possa scegliere il proprio rappresentante con la preferenza. E ora aspettiamo fiduciosi anche il riallineamento degli stipendi dei parlamentari con quelli dei loro colleghi europei.
Roberto De Nart

Share
- Advertisment -

Popolari

Guardia di finanza. Concorso per 1030 allievi marescialli. Domande entro il 20 maggio

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale IV Serie Speciale n. 31 del 20 aprile 2021 il bando di concorso, per titoli ed esami, per...

Crisi ACC. Appello di De Carlo al ministro D’Incà: “Il problema è ora, basta rimandare. I lavoratori non paghino il prezzo delle beghe di...

“Il problema di liquidità di ACC è oggi, non può essere ancora dimenticato in un angolo. Le centinaia di lavoratori di questa azienda non...

Trio Kanon a Belluno, 11 maggio 2021, apertura 68ma Stagione Circolo Culturale Bellunese

Concerto di inaugurazione 68a Stagione 2021 Trio Kanon. Martedì 11 maggio 2021, ore 19:00 Sala Giovanni XXIII, Belluno Si apre la 68a Stagione del Circolo Culturale Bellunese,...

Il prefetto, Mariano Savastano, avvia una serie di incontri con le categorie economiche

“Un tavolo che apriamo oggi e che dovrà restare aperto”. Così il prefetto, Mariano Savastano, ha salutato i rappresentanti di Confcommercio, Confartigianato, Appia –...
Share