13.9 C
Belluno
domenica, Ottobre 25, 2020
Home Cronaca/Politica Vince il sì, vince il popolo sovrano. Il futuro Parlamento avrà 600...

Vince il sì, vince il popolo sovrano. Il futuro Parlamento avrà 600 membri, 345 in meno dell’attuale

I dati non sono ancora noti, ma le proiezioni non lasciano dubbi. Davvero qualcuno poteva credere che il popolo sovrano si precipitasse in massa alle urne per salvare 345 poltrone? Ora il verdetto è servito. I sì seppelliscono i no, nel momento in cui scriviamo 60% a 40%. Questa è la distanza che separa il Paese reale da quello virtuale, rappresentato dai giornaloni e dalla propaganda degli intellettuali, in maggioranza schierati per il no, e che parlandosi tra loro amplificati dai media hanno scomodando pure la democrazia, che nulla ha a che fare con la cura dimagrante agli inquilini di Palazzo Madama e Montecitorio.
Il prossimo Parlamento sarà di 600 membri (400 deputati e 200 senatori), anziché di 945 come oggi, un taglio di 345 poltrone che porta l’Italia in linea con gli altri Paesi europei. Erano forse tutti grillini quelli che hanno votato per il taglio? Certo che no. Questo è il voto del popolo sovrano che, chiamato ad esprimersi, ha bocciato questa classe politica, irridendo a tutte le élite.
La riduzione del numero di parlamentari, comunque, era nei programmi di tutti i partiti della Prima e della Seconda Repubblica, ma era solo un magnifico spot da esibire ad ogni campagna elettorale. Quando però la questione è diventata seria, la classe politica e le élite hanno fatto quadrato in difesa dello status quo ed hanno giocato l’ultima carta del referendum. Senza però fare i conti con il popolo sovrano, che quando si tratta di tagliare poltrone diventa unito, indipendentemente dal credo politico. Uno sberleffo colossale alla casta, dunque, che dovrà rivedere anche il sistema elettorale, blindato da 15 anni nei listini bloccati, senza che l’elettore possa scegliere il proprio rappresentante con la preferenza. E ora aspettiamo fiduciosi anche il riallineamento degli stipendi dei parlamentari con quelli dei loro colleghi europei.
Roberto De Nart

Share
- Advertisment -


Popolari

Quattro furti in abitazione ad Alano di Piave

Alano di Piave, 25 ottobre 2020  - Quattro furti in appartamento ad Alano di Piave nella serata di ieri. Ignoti, previa effrazione degli infissi,...

Tre interventi di soccorso in montagna

Belluno, 25 - 10 - 20    Alle 11 circa la Centrale del 118 è stata allertata dagli amici di un ragazzo colto da...

Auto e Moto d’Epoca. Bilancio positivo a Padova per la 37ma edizione della rassegna

Il patron Mario Carlo Baccaglini: “Siamo molto soddisfatti. La decisione di fare la fiera nonostante il grande momento di difficoltà ed incertezza del settore...

50 nuovi volontari della Protezione Civile. Padrin e Bortoluzzi: «Le tute fluo sono sempre più indispensabili per il nostro territorio»

Si è concluso oggi, domenica 25 ottobre, l'ultimo corso di Protezione Civile organizzato e curato dalla Provincia di Belluno. Hanno partecipato 50 persone, soprattutto...
Share