13.9 C
Belluno
mercoledì, Agosto 10, 2022
Home Cronaca/Politica Nessuno tocchi la libertà d’informazione. Solidarietà al giornalista Antonio Della Rocca per...

Nessuno tocchi la libertà d’informazione. Solidarietà al giornalista Antonio Della Rocca per le minacce subite per il servizio sulla movida salentina

Fare informazione e svolgere “serenamente” il lavoro di cronista sta diventando sempre più un eufemismo. Ne sa qualcosa Antonio Della Rocca, giornalista del Corriere del Mezzogiorno, “reo” di aver provato a raccontare la movida salentina ed il degrado urbano e solo per questo minacciato e pedinato per aver svolto il proprio lavoro e, dunque, costretto a rivolgersi ai carabinieri.

Alla solidarietà espressa da Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, che sottolinea la professionalità di Antonio Della Rocca nell’espletamento del suo quotidiano lavoro di racconto del territorio, si aggiunge quella di Bellunopress, che sia pur in un contesto tranquillo qual è quello bellunese, in questo decennio di attività, ha dovuto contrastare le querele temerarie e le minacce dai contorni estorsivi di politici locali insofferenti alla libertà di espressione e al diritto di critica.  Ma questa è un’altra storia.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Tre Cime. Dolomiti Bus si scusa con i viaggiatori: «Stiamo installando una nuova obliteratrice per diminuire i tempi di attesa»

Questa mattina si sono registrati alcuni ritardi nel servizio Dolomiti Bus relativo alle Tre Cime di Lavaredo. La biglietteria è rimasta inattiva per un'ora...

Auronzo Comelico, De Menech: “Sentenza storica del Tar”

Belluno, 9 agosto 2022   -   "Accogliamo con soddisfazione la sentenza del Tar grazie alla quale sono stati rigettati i nuovi vincoli paesaggistici su Auronzo...

Rigenerazione dell’ex caserma Fantuzzi, il consiglio provinciale vara l’atto di indirizzo preliminare alla permuta con l’Agenzia del Demanio

Approvato anche il Dup 2023-2025. Padrin: «Raggio dell'azione di governo ridotto per il crollo delle entrate» L'idea di riqualificare l'ex caserma Fantuzzi e realizzare una...

Vincoli Comelico-Auronzo, la Provincia tra i vincitori del ricorso. Il presidente: «La tutela della montagna non può prescindere dalla lotta allo spopolamento»

«Se c'è una pietra tombale sulla tutela della montagna e dei paesaggi dolomitici, è lo spopolamento, nient'altro. Lo ha compreso anche il Tar». È il...
Share