13.9 C
Belluno
lunedì, Ottobre 26, 2020
Home Cronaca/Politica Nessuno tocchi la libertà d’informazione. Solidarietà al giornalista Antonio Della Rocca per...

Nessuno tocchi la libertà d’informazione. Solidarietà al giornalista Antonio Della Rocca per le minacce subite per il servizio sulla movida salentina

Fare informazione e svolgere “serenamente” il lavoro di cronista sta diventando sempre più un eufemismo. Ne sa qualcosa Antonio Della Rocca, giornalista del Corriere del Mezzogiorno, “reo” di aver provato a raccontare la movida salentina ed il degrado urbano e solo per questo minacciato e pedinato per aver svolto il proprio lavoro e, dunque, costretto a rivolgersi ai carabinieri.

Alla solidarietà espressa da Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, che sottolinea la professionalità di Antonio Della Rocca nell’espletamento del suo quotidiano lavoro di racconto del territorio, si aggiunge quella di Bellunopress, che sia pur in un contesto tranquillo qual è quello bellunese, in questo decennio di attività, ha dovuto contrastare le querele temerarie e le minacce dai contorni estorsivi di politici locali insofferenti alla libertà di espressione e al diritto di critica.  Ma questa è un’altra storia.

 

Share
- Advertisment -


Popolari

Scuole superiori, didattica digitale per il 75% degli studenti. Ordinanza regionale in vigore dal 28 ottobre

Il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia ha firmato la seguente ordinanza in ossequio al Dpcm del 25 ottobre che non lascia margini...

Forte pioggia e neve a quota 1700 in arrivo tra stasera e domattina

Venezia, 26 ottobre 2020 - Il Meteo regionale del Veneto riferisce che tra il tardo pomeriggio di oggi ed il primo mattino di domani, martedì...

Nuovo Dpcm e scuola. Riunione in Prefettura del Comitato per l’ordine e la sicurezza. Quarantena e contagio, i dati provinciali

Si è tenuta stamane, in videoconferenza, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal prefetto, Adriana Cogode, alla quale...

Serrande abbassate dopo le 18, l’allarme di Confartigianato. Gaggion: «Penalizzati rispetto alla grande distribuzione»

Tutto chiuso dopo le 18: vale per i bar e i pub, i ristoranti e le pasticcerie. Le disposizioni contenute nel nuovo Dpcm non...
Share