13.9 C
Belluno
sabato, Novembre 27, 2021
Home Lavoro, Economia, Turismo Mascherine e guanti bellunesi. Via all'acquisto coordinato per i commercianti

Mascherine e guanti bellunesi. Via all’acquisto coordinato per i commercianti

Acquisti coordinati da parte di commercianti e artigiani bellunesi per l’approvvigionamento di dispositivi di protezione individuale “Made in Belluno”. E’ la proposta avanzata dal sindaco di Belluno, Jacopo Massaro, alle associazioni di categoria e alle imprese del territorio per trasformare in un fattore positivo per l’economia locale le indicazioni igienico-sanitarie che cittadini e commercianti dovranno rispettare nel post lockdown. L’idea ha già raccolto l’entusiasmo e l’adesione di alcune delle associazioni interessate.

«L’idea è semplice: – spiega Massaro – poiché tutti i commercianti dovranno sostenere spese importanti per assicurarsi le dotazioni necessarie di mascherine, guanti e gel idroalcolico, credo che sarebbe opportuno proporre un sistema di acquisto coordinato, sulla scia dei “gruppi di acquisto solidale”, magari con l’aiuto delle stesse associazioni di categoria, che permetta di spuntare prezzi più vantaggiosi, vista la mole di ordini prevista».
Vantaggi per i commercianti, quindi, ma anche per i produttori: «Dato che queste risorse andranno investite comunque, perché non destinarle ai produttori del territorio? – propone Massaro – Molte aziende della nostra provincia realizzano o si sono convertite alla produzione di mascherine, e altre realtà bellunesi hanno iniziato a creare gel idroalcolico: se coloro che sono tenuti ad avere questi strumenti li acquistassero in gruppo da loro, non si conseguirebbe soltanto una minore spesa, ma anche un’importante ricaduta economica ed occupazionale sul nostro territorio».

Questa quindi la proposta inviata dal primo cittadino alle associazioni per intercettare i produttori locali e arrivare alla costituzione di un gruppo d’acquisto che possa ottenere prezzi agevolati per questi acquisti di massa: «Cerchiamo di convertire gli obblighi nati da questa tragedia sanitaria, sociale ed economica in un’opportunità. – conclude Massaro – Il Comune di Belluno farà la propria parte, ma credo che tutti possiamo contribuire facendo economie di scala e, al contempo, aiutando le imprese del nostro territorio».

Share
- Advertisment -



Popolari

A Ponte nelle Alpi ci si sposa con il cagnolino al seguito

Ponte nelle Alpi, 27 novembre 2021 - Il Comune di Ponte nelle Alpi permette ai cagnolini di rimanere al fianco degli sposi, nel momento...

La Provincia di Belluno certificata Family Audit per flessibilità e conciliazione tempi di lavoro

Padrin: «La qualità di vita dipende anche dal tempo passato sul luogo di lavoro» Provincia di Belluno a misura di dipendenti. Al termine di un...

Truffe del green pass. Sgominata una banda a Milano dal Nucleo speciale della Guardia di Finanza. Venduto anche in Veneto il lasciapassare contraffatto

Nell’ambito di una complessa e innovativa indagine del IV Dipartimento (Frodi e Tutela del Consumatore – Cybercrime) della Procura della Repubblica di Milano, coordinata...

Sequestrati in Comelico dai carabinieri forestali decine di uccelli detenuti illegalmente

Denunciato il detentore e sequestrati anche dei manufatti idonei alla pratica illagale dell' "uccellagione" Nei giorni scorsi, in Comelico - I Carabinieri Forestali sono intervenuti...
Share