13.9 C
Belluno
martedì, Aprile 20, 2021
Home Cronaca/Politica Rifiuti, stadio del ghiaccio, collegamento sciistico con il Comelico e Passo Tre...

Rifiuti, stadio del ghiaccio, collegamento sciistico con il Comelico e Passo Tre Croci, e il libretto del 60° degli impianti di Col Agudo. L’opposizione di Auronzo interroga il sindaco

Tatiana Pais Becher
Tatiana Pais Becher

Il capogruppo di minoranza Tatiana Pais Becher ha presentato ieri in Consiglio Comunale un’interrogazione con quattro quesiti, per i quali è stata richiesta al sindaco una risposta scritta. I temi trattati sono quelli dei rifiuti, lo stadio del ghiaccio, il collegamento sciistico con il Comelico e quello con il Passo Tre Croci, il libretto stampato in occasione del 60° anniversario di costruzione degli impianti di Col Agudo.
Per quanto riguarda i rifiuti, considerato che essi sono un indicatore attendibile e reale dei flussi turistici, i consiglieri di minoranza vogliono comprendere se questi siano in aumento o diminuzione, e soprattutto capire, qualora le quantità di rifiuto prodotto siano in diminuzione, come mai le tariffe siano state mantenute sui livelli di due anni fa. Per maggiore chiarezza e per valutare se vi sia effettivamente stata una maggiore incidenza di costi o se sia stata fatta cassa anche su questo servizio, si è richiesto l’importo complessivo versato all’Ecomont per la raccolta e smaltimento dei rifiuti negli anni 2014, 2015 e 2016, oltre a un’analisi dettagliata dei dati dei rifiuti prodotti nel 2015 rispetto a quelli del 2014.
Per il libretto del 60° Anniversario di costruzione degli impianti di Monte Agudo si chiede all’amministrazione di spiegare quale sia la ragione che li ha indotti a ritirare dalle edicole il libro. Si rimarca che durante l’estate è stata organizzata un’apposita serata per presentare tale pubblicazione, annunciando anche sulla stampa locale la distribuzione, cosa mai avvenuta. I cittadini hanno il diritto di sapere che fine hanno fatto le copie già stampate di questa opera, pagata con denaro pubblico.
Sullo stadio del ghiaccio è stato evidenziato come l’attuale amministrazione non abbia effettuato alcun lavoro di messa a norma per evitare una futura chiusura della struttura. La minoranza chiede di avere notizie certe sul reale interesse, da parte di investitori privati, per il suo completo rinnovo rendendo pubblico qualsiasi eventuale documento scritto che attesti la reale esistenza di tale proposta, come più volte affermato dall’Assessore al Bilancio e smentito poi dal Sindaco.
Per il paventato collegamento sciistico con il Comelico si rimarca come nel corso degli ultimi tre anni l’amministrazione abbia promosso sugli organi di stampa e in Consiglio la sua possibile realizzazione, supportando lo stesso con una serie di articoli sulla stampa locale, finanziando uno studio di fattibilità e annunciando la presentazione in municipio del progetto, cosa poi mai avvenuta. Inoltre poche settimane fa è apparso sulla stampa un articolo che afferma l’interesse dell’amministrazione per la realizzazione di un collegamento impiantistico tra Col De Varda e il Monte Faloria, in vista anche dei Mondiali 2021. I consiglieri di minoranza chiedono di sapere se esiste davvero l’intenzione dell’amministrazione di procedere in tal senso o se si tratta dell’ennesimo bluff, dalle modalità identiche a quelle del collegamento con Padola.

Share
- Advertisment -

Popolari

Campagna vaccinale Ulss Dolomiti: vaccinati il 92% degli ultraottantenni in Provincia

Belluno, 19 aprile 2021 - Si è conclusa nel pomeriggio l'ultima giornata di accesso libero per gli over 80 a Tai di Cadore, con...

Sopralluogo alla frana di Valle di Cadore. Bortoluzzi: «Studiamo la situazione geologica per ipotizzare gli interventi più funzionali»

I tecnici incaricati dalla Provincia di Belluno hanno effettuato una serie di sopralluoghi a Valle di Cadore, lungo il versante sotto l'abitato di Costa...

Karrycar, il primo servizio on line per il trasporto auto in tutta Italia realizzato dalla startup bellunese Droop srl.

Belluno, 19 aprile 2021 - Spedire o ritirare un’auto da un punto all’altro dell’Italia non è mai stato così facile, veloce e conveniente. E’...

Superbonus 110%. Veneto in testa per numero di pratiche

Secondo i dati ENEA, nel Nordest, i crediti ceduti sono pari a 128 milioni di euro e il Veneto con 853 interventi asseverati è...
Share