13.9 C
Belluno
martedì, Aprile 20, 2021
Home Cronaca/Politica Polli ai veleni Pfas sulle tavole venete. Berti (M5S): "Fuori il nome...

Polli ai veleni Pfas sulle tavole venete. Berti (M5S): “Fuori il nome dell’azienda che si rifornisce di pollame contaminato. Le Iene hanno fatto saltare il banco”

Jacopo Berti
Jacopo Berti

C’è una grande azienda che si rifornisce di pollame e uova nelle terre dei Pfas: i prodotti, derivanti da animali abbeverati tramite pozzi inquinati, finiscono sulle tavole dei veneti e dell’Italia intera. La drammatica realtà è esplosa ieri sera grazie al servizio televisivo delle Iene, che hanno girato un report sulla situazione dei Pfas nelle province di Padova, Verona e Vicenza.

“Dal servizio emerge come molte aziende della zona diano da bere acqua inquinata dai Pfas agli animali, che vengono poi venduti a una delle più importanti aziende del settore – sottolinea il capogruppo del Movimento 5 Stelle in consiglio regionale, Jacopo Berti – il pollame e le uova finiscono quindi sulle tavole dei veneti e di gran parte dell’Italia, dato che si parla di un’azienda di alto livello. Peccato che, per evitare problemi penali, nel servizio non venga detto il nome dell’azienda”.

I 5 Stelle hanno formalizzato oggi un’interrogazione proprio per chiedere alla giunta regionale che venga reso noto il nome dell’azienda coinvolta.

“Vogliamo saperlo – tuona Berti – è un diritto di tutti i veneti, anzi di tutti gli italiani. Lo vogliamo sapere per tutelare la nostra salute e per una questione di trasparenza. Inoltre vogliamo sapere dalla giunta perché non mette in atto un sistema da noi suggerito tramite un’interrogazione, alla quale ovviamente non è mai stata data risposta, per bloccare immediatamente la produzione della Miteni. Ci hanno dato degli allarmisti e volevano denunciarci quando abbiamo sollevato il problema dei Pfas, guardate ora come siamo messi”.

“Il servizio delle Iene – gli fa eco il consigliere regionale M5S Manuel Brusco – fa capire la portata del problema legato ai Pfas, che grazie alla trasmissione sarà finalmente di portata nazionale. E fa capire anche quanto è stato importante il nostro lavoro sull’argomento. Ora come la mettiamo con il decreto ministeriale e con il decreto regionale che hanno permesso ai responsabili di questa situazione di continuare a inquinare?”.

Il servizio delle Iene è visibile a questo link.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Campagna vaccinale Ulss Dolomiti: vaccinati il 92% degli ultraottantenni in Provincia

Belluno, 19 aprile 2021 - Si è conclusa nel pomeriggio l'ultima giornata di accesso libero per gli over 80 a Tai di Cadore, con...

Sopralluogo alla frana di Valle di Cadore. Bortoluzzi: «Studiamo la situazione geologica per ipotizzare gli interventi più funzionali»

I tecnici incaricati dalla Provincia di Belluno hanno effettuato una serie di sopralluoghi a Valle di Cadore, lungo il versante sotto l'abitato di Costa...

Karrycar, il primo servizio on line per il trasporto auto in tutta Italia realizzato dalla startup bellunese Droop srl.

Belluno, 19 aprile 2021 - Spedire o ritirare un’auto da un punto all’altro dell’Italia non è mai stato così facile, veloce e conveniente. E’...

Superbonus 110%. Veneto in testa per numero di pratiche

Secondo i dati ENEA, nel Nordest, i crediti ceduti sono pari a 128 milioni di euro e il Veneto con 853 interventi asseverati è...
Share