13.9 C
Belluno
martedì, Aprile 20, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Gian Antonio Stella giovedì ad Auronzo con "La guerra è bella ma...

Gian Antonio Stella giovedì ad Auronzo con “La guerra è bella ma è scomoda”

Gian Antonio Stella ritorna in Val D’Ansiei per un incontro pubblico, organizzato dal Consorzio Turistico Auronzo-Misurina in collaborazione con Tatiana Pais Becher, che si terrà giovedì 18 agosto alle ore 21 al Teatro Kursaal di Auronzo – entrata libera.
gian antonio stellaInedito il tema della serata, tratto da il volume “La guerra è bella ma è scomoda” di Paolo Monelli e Giuseppe Novello, per il quale Stella ha curato l’introduzione.
Avevano fatto entrambi la Grande Guerra da alpini, lo scrittore Paolo Monelli e il pittore Giuseppe Novello; anni dopo vollero raccontarla insieme in questo libro, uscito nel 1929 “sotto gli auspici dell’Associazione Nazionale Alpini”. Monelli era un giornalista affermato e aveva alle spalle il grande successo del suo diario di guerra “Le scarpe al sole”; Novello aveva invece cominciato da poco, proprio sulla rivista dell’ANA “L’Alpino”, quell’attività di disegnatore esercitata poi per decenni sui giornali, che lo ha rivelato come uno dei maggiori umoristi italiani del Novecento. Il piatto forte del libro sono appunto le 46 spassosissime tavole in cui Novello affila la sua ironia a un tempo feroce e affettuosa; il testo di Monelli che le accompagna è anch’esso a suo modo una galleria di vignette, di aneddoti di guerra alpina un po’ malinconici e un po’ ridanciani. Insieme, parole e immagini compongono un libro unico, che celebra gli alpini e il loro mito ma insieme ne sorride, che racconta senza retorica la guerra ma non sa evitare, ricordandone l’esperienza umana, una misura di nostalgia.

Stella scrive: “Va da sé che due spiriti liberi come loro, superati i traumi e i dolori dei ricordi troppo freschi, rilessero la pomposità che aveva accompagnato la Grande guerra, non solo nei proclami tonanti rivolti alle trincee, ma alla popolazione tutta nelle retrovie, con uno sguardo di affettuosa ma canzonatoria ironia. Ed è lì la magia, intatta a distanza di tanto tempo, de “La guerra è bella ma è scomoda” . Nel sottile, malinconico, miracoloso equilibrio che lo scrittore e il disegnatore riuscirono a trovare nel descrivere con affettuosa ironia gli eroismi e le debolezze di uomini buttati dentro una cosa spropositatamente più grande di loro”.

Durante la serata Gian Antonio Stella presenterà anche la mostra “La Vita dopo la Grande Guerra”, a cura di Egidio Guidolin. La mostra è visitabile nella sala esposizioni del Municipio di Auronzo fino al 4 settembre.

Share
- Advertisment -

Popolari

Nuovo Commissario per la gestione post Vaia. Scarzanella: «Soragni figura di rilievo, ora un ragionamento condiviso con le imprese»

Ugo Soragni è il nuovo Commissario delegato per l'emergenza legata alla tempesta Vaia. Già direttore dei Musei del ministero dei Beni Culturali, raccoglie il...

Avvicendamento alla Lega giovani: Paolo Luciani lascia, entra Marco Donno

Belluno, 20.4.2021 - Cambio al vertice della Lega Giovani della Provincia di Belluno. Il coordinamento provinciale giovanile leghista si aggiorna dopo quattro anni per...

Ulss Dolomiti. Monoclonali: 23 dosi somministrate

Continua, in Ulss Dolomiti, la terapia contro il covid attraverso l’uso dei monoclonali. I risultati sono soddisfacenti. Ad oggi sono state somministrate dalla UOC...

Da lunedì tutti a scuola, didattica in presenza al 100%. Cna Bus Fita Veneto: i bus ci sono. Scopel: didattica al 75% con capienza...

Marghera, 20 aprile 2021. Sono 350 in Veneto le imprese che si occupano di trasporto di persone su gomma, iscritte nell'Albo Regionale, per un...
Share