13.9 C
Belluno
sabato, Luglio 20, 2024
HomeCronaca/PoliticaProvincia assente a Venezia. Alessandra Buzzo: "Ci serve una vera rappresentanza"

Provincia assente a Venezia. Alessandra Buzzo: “Ci serve una vera rappresentanza”

Alessandra Buzzo
Alessandra Buzzo

“L’assenza di Palazzo Piloni all’incontro di martedì a Venezia è l’ennesimo segnale che la “provincia dei sindaci” non funziona”.

Alessandra Buzzo, candidata Bard-Veneto Civico alle elezioni regionali e primo cittadino di Santo Stefano di Cadore, commenta così l’assenza della Provincia di Belluno all’incontro organizzato martedì, con appena 24 ore di preavviso,  dall’osservatorio regionale per il riordino delle funzioni delle province.

“Bene ha fatto la presidente, Daniela Larese Filon – prosegue la candidata del Bard – Veneto Civico –  a chiedere all’assessore Ciambetti un incontro dedicato alla questione bellunese, ma è il sistema della legge Delrio a essere sbagliato. Noi sindaci dobbiamo confrontarci quotidianamente con i problemi dei nostri comuni, la gestione dell’amministrazione locale è sempre più difficile e siamo noi a metterci la faccia con i nostri concittadini quando c’è un problema da affrontare. Ma per gestire un ente complesso come la Provincia,  con competenze ampie e destinate ad aumentare, tra quelle indicate nello statuto regionale e quelle che la Regione può chiedere allo Stato e conferire poi a Belluno,  servono un presidente e una giunta eletti, in grado di agire con libertà, tempestività ed autonomia”.
“Serve una Provincia forte per garantire un destino sicuro di tutela e crescita al nostro territorio. – continua Buzzo – Come Bard, abbiamo raggiunto un accordo per modificare la legge Delrio, con il ritorno all’elettività della nostra Provincia; Governo e Partito Democratico hanno sottoscritto il documento e devono dare presto un segnale in questo senso, prima delle elezioni regionali. Toccherà poi ai bellunesi dare ancora più peso, con il loro sostegno, al risultato che abbiamo ottenuto e già messo nero su bianco”.

- Advertisment -

Popolari