13.9 C
Belluno
sabato, Marzo 2, 2024
HomeCronaca/PoliticaSottoscritto il protocollo d'intesa per la razionalizzazione di un osservatorio statistico della...

Sottoscritto il protocollo d’intesa per la razionalizzazione di un osservatorio statistico della montagna. Provincia, Camera di Commercio, Consorzio Bim-Piave, Gal 1 e Gal 2 insieme nella costruzione di un osservatorio statistico unico e condiviso

Palazzo Piloni sede della Provincia
Palazzo Piloni sede della Provincia

Belluno, 19 febbraio 2015 – Questa mattina il Presidente della Provincia, Daniela Larese Filon, il Presidente della Camera di Commercio di Belluno, Luigi Curto, il Vicepresidente del Consozio Bim Piave, Mario Manfreda, il Presidente del GAL 1 Alto Bellunese, Flaminio Da Deppo e il Presidente del GAL 2 Prealpi e Dolomiti, Alberto Peterle hanno sottoscritto, a Palazzo Piloni, il Protocollo d’Intesa per la realizzazione di un osservatorio statistico della montagna finalizzato alla raccolta, analisi e restituzione di indicatori territoriali.

La Provincia ha così raggiunto un obiettivo molto rilevante per tutto il nostro territorio e i soggetti che in esso operano. Grazie, infatti, alla sottoscrizione di questo protocollo viene avviata una importante collaborazione tra le competenze tecniche, statistiche e informatiche dei soggetti coinvolti nella creazione di strumenti più efficaci per la programmazione, la diffusione e la messa a disposizione dell’informazione sul territorio.

Il Servizio Sistemi Informativi della Provincia di Belluno con le proprie tecnologie e software Open Source, nonché le professionalità interne, il Centro Servizi Territoriale del Consorizio BimPiave e l’Ufficio Statistico della C.C.I.A.A. metteranno a disposizione degli obiettivi del protocollo i propri sistemi informativi della statistica e territoriale in materie geostatistiche e informatiche necessarie alle attività di pianificazione, raccolta, elaborazione, rappresentazione ed analisi dei dati. Non da ultimo risulta fondamentale l’aspetto dell’ufficialità ‘statistica’ dei dati analizzati, garantiti dalla possibilità di poter accedere in maniera ufficiale e diretta ai cataloghi ISTAT nonché alle fonti di dettaglio comunale anche tramite progetti specifici inseriti nel Piano Statistico Nazionale.

Questo documento rappresenta un importante base di partenza per stabilire una reale sinergia operativa tra le diverse professionalità tecnologiche sul territorio bellunese che permetterà in futuro di allargare l’offerta dei servizi tecnologici resi ai soggetti interessati ottimizzando le risorse esistenti.

Grande la soddisfazione della Presidente: “Questo protocollo d’intesa rappresenta il primo passo per unire le forze sul nostro territorio. Per ora i soggetti coinvolti sono la Provincia, la Camera di Commercio, il Consorzio BIMPiave e i due GAL, ma auspichiamo che in futuro altri soggetti, quali ad esempio le due ULSS e tutti i Comuni interessati, diano la loro disponibilità a collaborare.”

 

- Advertisment -

Popolari