13.9 C
Belluno
giovedì, Febbraio 29, 2024
HomeCronaca/PoliticaLa giostra del sistema Veneto è giunta a fine corsa *...

La giostra del sistema Veneto è giunta a fine corsa * di Silvia Benedetti deputata M5S

5-stelle-beppe-grillo-130x130La grande giostra del sistema Veneto che per molti anni ha fatto divertire politici, professionisti, imprenditori, amici, parenti… ma prima o poi la giostra si ferma. Da qualche tempo un generale “presentimento” ci suggeriva che le cose non andavano per il verso giusto: sempre le stesse aziende ad avere gli appalti e sempre gli stessi personaggi a fare da contorno e collegamento.
La bufera di questi giorni intorno al Mose e agli “eccellenti” arresti, portano alla luce un complesso sistema di intricati intrecci che ci portano lontano geograficamente (per esempio Svizzera e Indonesia) e “antropologicamente”, vista la diversa estrazione sociale dei personaggi coinvolti nelle indagini: dal politico di successo al dipendente pubblico, dall’imprenditore al professionista.
Tra gli arrestati il commercialista dei coniugi Galan, Dott. Venuti, oggetto di una nostra interrogazione del settembre 2013  http://goo.gl/ZKfymr nella quale chiedevamo ai Ministri come poteva essere garantito il requisito di indipendenza e assenza di conflitti di interesse, visti i numerosissimi ruoli di revisore, sindaco e amministratore, ricoperti dallo stesso.
Nella sede del Commercialista Venuti aveva il domicilio fiscale la società Margherita Srl, cui la signora Persegato, moglie di Galan, figurava fino a dicembre 2013. La società padovana aveva come oggetto sociale anche l’assunzione di partecipazioni di altre società sia in Italia che all’estero. Perciò si chiedeva ai Ministri  http://goo.gl/lPnPQl “se le società siano state o siano ancora destinatarie di fondi statali e se tale destinazione non debba essere revocata ed eventualmente segnalata alla procura della Corte dei Conti”. Consigliata la lettura per farsi un’idea degli intrecci societari ed umani.
Non ci meraviglia più di tanto il coinvolgimento di un generale della Guardia di Finanza, Emilio, Spaziante, che passava informazioni sull’inchiesta. A dicembre 2013 chiedevamo ai Ministri  http://goo.gl/DKkGzF di sospendere le attività dei cantieri, in attesa che le indagini fornissero un quadro più chiaro sul “presunto” sistema di spionaggio delle indagini venete, allo scopo di proteggere gli affari «poco puliti».
 
Ovviamente l’intreccio porta anche alle altre grandi opere del Veneto, per esempio la Valdastico, sulla quale abbiamo interrogato i Ministri in tempi non sospetti …
e anche qui i nomi si ripetono …  http://goo.gl/nU2G8H
… si ripetono …  http://goo.gl/Aho8PZ
… si ripetono …  http://goo.gl/ZgCiEv

I suddetti atti ispettivi sono stati indirizzati ai Ministri dell’Interno, dell’Ambiente, della Salute, delle Infrastrutture e sono rimasti privi di risposta sebbene la gravità e la rilevanza delle interpellanze siano state confermate da quanto è recentemente emerso a seguito dell’attività svolta dalla Procura e il risalto offerto dai mezzi di comunicazione di massa; resta ancora una volta l’amaro in bocca nel momento in cui i fatti dimostrano che le iniziative meritevoli di attenzione restino inevase, per non dire volutamente ignorate, da chi già da tempo avrebbe potuto e dovuto intervenire.

Silvia Benedetti *
* deputata Movimento 5 Stelle
 
https://www.facebook.com/SilviaBenedettiM5S?hc_location=timeline
http://www.beppegrillo.it/movimento/parlamento/ambiente/2014/06/mose-tutte-le-indagini-del-m5s-prima-che-scoppiasse-lo-scandalo.html
https://www.facebook.com/MontecitorioCinqueStelle?fref=ts
- Advertisment -

Popolari