13.9 C
Belluno
mercoledì, Febbraio 28, 2024
HomePrima Pagina2 giugno 2014, 68mo anniversario della Repubblica italiana

2 giugno 2014, 68mo anniversario della Repubblica italiana

Palazzo dei Rettori sede della Prefettura
Palazzo dei Rettori sede della Prefettura

Oggi si sono svolte, anche in provincia di Belluno, le celebrazioni del 68° anniversario della Repubblica Italiana.

                   Nel corso della mattinata un picchetto interforze ha reso gli onori al prefetto.

A seguire, un corteo, cui hanno preso parte – preceduti dalla banda cittadina – i gonfaloni del Comune di Belluno e della Provincia, le autorità civili e militari ed i rappresentanti delle forze dell’ordine e dei corpi militari, i gonfaloni delle associazioni combattentistiche e d’arma, ha attraversato Piazza dei Martiri, raggiungendo il pennone dove ha avuto luogo la cerimonia dell’alzabandiera con l’esecuzione, da parte del Complesso bandistico della Città di Belluno, dell’inno nazionale.

Al termine il prefetto di Belluno, Giacomo Barbato, ha dato lettura del messaggio inviato ai prefetti d’Italia dal presidente della Repubblica.

Successivamente i ragazzi della consulta studentesca hanno svolto alcune riflessioni su alcuni dei passaggi più significativi della nostra Costituzione.

                   Nel pomeriggio, presso Palazzo dei Rettori, sede della Prefettura di Belluno, per l’occasione abbellita con la presenza di numerosi bonsai messi a disposizione dal “Bonsai Club di Belluno”, si è svolta la cerimonia di consegna dei diplomi delle onorificenze dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana”, delle Medaglie d’Onore ai deportati nei lager nazisti  e delle tessere di “Maestro del Lavoro”.

                   All’evento hanno preso parte, tra gli altri, il vescovo di Belluno – Feltre, mons. Giuseppe Andrich, i parlamentari eletti nel bellunese, il sindaco di Belluno, il commissario straordinario della Provincia di Belluno, il presidente della Camera di commercio di Belluno nonché rappresentanti del Tribunale, delle Forze dell’ordine, dell’Esercito, dei Vigili del fuoco.

Dopo l’esecuzione dell’inno nazionale da parte del Coro minimo bellunese, il prefetto di Belluno ha dato lettura del messaggio inviato ai prefetti, per l’importante ricorrenza, dal presidente della Repubblica.

Successivamente gli studenti della consulta provinciale e scuole in rete hanno intrattenuto gli ospiti con delle considerazioni su alcune delle “parole” più importanti presenti nella nostra Carta Costituzionale: Repubblica, Solidarietà, Uguaglianza, Libertà, Lavoro, Pace.

I momenti significativi della cerimonia sono stati intramezzati dall’esecuzione di alcuni brani da parte del Coro minimo bellunese.

Al termine dell’evento i presenti hanno potuto godere di un assaggio del famoso gelato, eccellenza bellunese, generosamente offerto per l’occasione  delle Associazioni “Famiglia Nord Reno Westfalia”,  “Unitais” e Gelatieri Zoldani.

 

- Advertisment -

Popolari