13.9 C
Belluno
sabato, Ottobre 24, 2020
Home Lettere Opinioni Ecco perché voterò Renzi alle primarie * di Tatiana Pais Becher

Ecco perché voterò Renzi alle primarie * di Tatiana Pais Becher

Personalmente ho deciso di sostenere Matteo Renzi alle primarie del PD perché l’Italia ha bisogno di discontinuità rispetto al passato: negli ultimi 15 anni siamo scivolati indietro evitando di tagliare sprechi e privilegi e perdendo l’occasione di investire nella scuola, nella famiglia, nella cultura, nella competitività delle imprese, nell’efficienza della pubblica amministrazione.

In questo momento Renzi sembra essere l’unica figura politica in grado di portare entusiasmo e speranza, far ritornare ai giovani la voglia di far politica in modo che si possano riappropriare del loro futuro, chiedendo di essere coinvolti nelle decisioni politiche,sociali, economiche del paese e di essere messi in grado di esprimere i propri talenti. Forse per la prima volta l’Italia si trova nella condizione di potersi liberare con un colpo solo di personaggi politici che hanno prodotto danni enormi e forse irreparabili e di poter richiamare la politica alla sua missione: essere lo strumento attraverso il quale i cittadini decidono del proprio futuro.

Supporto la candidatura di Matteo Renzi perché credo che sia possibile ripartire dall’Italia che funziona, dai Comuni che,nonostante i continui tagli, continuano ad assicurare servizi di qualità e sono un modello di civiltà e buongoverno. Reputo necessario coinvolgere gli amministratori locali, sindaci, assessori e consiglieri che quotidianamente non si limitano a “rottamare”, ma lavorano seriamente nel proprio territorio per rispondere alle istanze dei cittadini, mantenendo un contatto diretto con la realtà e con i problemi degli italiani.

Condivido con Renzi l’idea di ripartire dai territori per riscoprire il modello italiano fatto di bellezza e sostenibilità, investendo in un programma di valorizzazione e recupero ambientale dando la priorità alla manutenzione e alle piccole e medie opere, e condivido la convinzione che tutti i cittadini debbano avere le stesse opportunità per poter sviluppare le proprie inclinazioni, perseguire i propri ideali e aspirazioni.

Inoltre reputo che Matteo Renzi incarni meglio di chiunque altro il motivo per cui abbiamo fondato il PD, la casa comune dei progressisti che doveva divenire un partito aperto e innovativo, capace di superare l’artificio delle alleanze, dei giochetti, della spartizione e delle correnti. Voterò Renzi perché anche se non mi piace l’epica della rottamazione il PD è guidato da troppe personalità con oltre venti e trent’anni di carriera parlamentare, in eterna alternanza tra ruoli di governo e di opposizione. Credo che questo fenomeno non trovi uguali in altri stati europei, dove solitamente chi perde le elezioni lascia spazio a una nuova generazione politica che ha l’occasione di mettere nuove idee, entusiasmo e impegno al servizio del Paese.

Tatiana Pais Becher – Consigliere Comunale Auronzo di Cadore

 

Share
- Advertisment -


Popolari

Un nuovo progetto per la segnalazione degli ostacoli al volo

La Provincia di Belluno coordinerà un nuovo progetto di mappatura e la segnalazione degli ostacoli al volo. Con un sistema innovativo di palette catarifrangenti...

Covid. Bond (FI): «Il governo distrugge economia e Natale in un colpo solo»

«Mercati settimanali sì, casette di Natale no. Il governo deve spiegarci perché questa differenza». È quanto afferma il deputato di Forza Italia, Dario Bond, sullo...

Comuni ricicloni, Ponte nelle Alpi primeggia: Dal Borgo: “Questo riconoscimento conferma il consolidarsi del progetto di raccolta differenziata” 

Il Comune di Ponte nelle Alpi è il più riciclone della provincia di Belluno. L'ufficialità arriva dal dossier di Legambiente.  In base alla produzione...

La sanità è preparata alla nuova ondata di contagi? * di Mauro De Carli

La domanda è sulla bocca di tanti, forse non si ha il coraggio di farla per la paura dell’incertezza di questo momento: “la Sanità...
Share