13.9 C
Belluno
martedì, Ottobre 27, 2020
Home Cronaca/Politica Divieto di ritornare a Belluno per tre anni a due parcheggiatori abusivi...

Divieto di ritornare a Belluno per tre anni a due parcheggiatori abusivi stranieri del piazzale dell’Ospedale

Foglio di via con divieto di ritorno a Belluno per anni tre per due parcheggiatori abusivi  che operavano sul piazzale dell’Ospedale San Martino di Belluno. 

L’intervento del questore di Belluno è scaturito dalla segnalazione di alcuni cittadini. Che lamentavano la presenza di stranieri presso il parcheggio dell’ospedale San Martino di Belluno, intenti a chiedere denaro per la loro attività di parcheggiatori, il Questore di Belluno predisponeva dei servizi in abiti civili per accertare quanto segnalato.

Nella mattina del 27 veniva organizzato  un appostamento in abiti civili da parte di personale della Squadra Volanti, che poteva così accertare la presenza di due cittadini extracomunitari E.F. di anni 24, nigeriano, dimorante a Bologna e E.E. di anni 23, nigeriano, dimorante a Conegliano Veneto, entrambi in regola con le norme sul soggiorno, che indicavano agli automobilisti in entrata al parcheggio ospedaliero i posti liberi, per poi, una volta che il conducente si era posizionato nel luogo indicato, avvicinarsi chiedendo denaro in cambio.

Questa attività illecita veniva osservata dagli operatori per alcuni minuti, che potevano ulteriormente verificare come, oltre l’attività sopra descritta, gli stranieri proponevano anche agli automobilisti l’acquisto di alcuni prodotti che estraevano da un borsello ( accendini, calzini e fazzoletti).

Avvicinandosi poi con l’auto di servizio, con targa civile, anche agli uomini della Questura veniva proposto di parcheggiare in un posto indicato in cambio di un’offerta di denaro.

A questo punto, con brutta sorpresa per gli abusivi, gli agenti si qualificavano e contestavano ad entrambi la sanzione amministrativa per l’attività di parcheggiatore abusivo (726,00 euro), la sanzione di 5164,00 euro per il commercio ambulante privo di autorizzazione e procedevano al sequestro amministrativo della merce ( mollette per bucato, fazzoletti da naso, confezioni di calzini, accendini).

 

Share
- Advertisment -


Popolari

Il supermercato A&O del centro città riapre. La proprietà Cestaro/Unicomm conferma la decisione al consigliere Addamiano

Belluno, 27 ottobre 2020  -  C'è una buona notizia per i residenti del centro città, il supermercato A&O di Belluno, quello vicino al Teatro...

Scuole superiori, didattica digitale per il 75% degli studenti. Ordinanza regionale in vigore dal 28 ottobre

Il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia ha firmato la seguente ordinanza in ossequio al Dpcm del 25 ottobre che non lascia margini...

Forte pioggia e neve a quota 1700 in arrivo tra stasera e domattina

Venezia, 26 ottobre 2020 - Il Meteo regionale del Veneto riferisce che tra il tardo pomeriggio di oggi ed il primo mattino di domani, martedì...

Nuovo Dpcm e scuola. Riunione in Prefettura del Comitato per l’ordine e la sicurezza. Quarantena e contagio, i dati provinciali

Si è tenuta stamane, in videoconferenza, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal prefetto, Adriana Cogode, alla quale...
Share