13.9 C
Belluno
venerdì, Ottobre 23, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Venerdì al Centro Rossi la mostra di sementi antiche

Venerdì al Centro Rossi la mostra di sementi antiche

Venerdì 4 novembre alle ore 18.00 a Belluno presso il Centro Culturale Piero Rossi verrà presentata la mostra di sementi antiche, con scambio di sementi e presentazione delle iniziative, a cura del Gruppo Coltivare Condividendo. Il Gruppo Coltivare Condividendo è nato dalla sensibilità di una serie di cittadini veneti e trentini convinti che questo bellissimo territorio che ci ospita sia sì minacciato da una miriade di progetti impattanti e devastanti, ma che in esso vi siano anche molte conoscenze, saperi, sensibilità che è importante interagiscano tra loro. Proprio per questo, il Gruppo sta cercando di dar vita a “spazi”, luoghi, momenti di confronto, di dialogo e di condivisione di/tra queste “conoscenze” per un arricchimento reciproco anche tramite serate informative, tavole rotonde, forum, iniziative e progetti concreti soprattutto in ambito agricolo e rurale. Alla base di queste iniziative c’è la convinzione che “amare la propria terra” non significa urlare a squarcia gola un inno o ergere muri, ma consentirle di esprimere appieno le sua tipicità e peculiarità, nella consapevolezza che l’ambiente, il territorio, il paesaggio e noi che interagiamo con essi siamo un tutt’uno. Altrettanto forte è l’opposizione del Gruppo alla “colonizzazione” della nostra terra da parte del cosiddetto “modello intensivo trentino” (dai tantissimi trattamenti chimici, poco rispettoso di paesaggio e biodiversità) nella convinzione che non sia sufficiente “curare bene il proprio orto o campo” se poi si consente la devastazione del paesaggio e del territorio, la mercificazione dei beni comuni o l’insediamento di inceneritori e industrie pesanti. Sono molti i progetti che il Gruppo ha costruito e sta portando avanti fra cui la mostra itinerante delle sementi antiche (mantenendo viva l’antica pratica dello SCAMBIO dei SEMI, in contrapposizione a chi vorrebbe brevettare le sementi e impedirne lo scambio); il MUSEO DIFFUSO, per produrre e ridistribuire (gratuitamente) le sementi antiche (stimolando l’auto produzione e il non utilizzo di sementi ibride); il sostegno ai ragazzi della SKASERA (un gruppo di ragazzi dai 16 e i 20 anni) che stanno realizzando un ORTO COMUNE con tecniche biologiche e sementi antiche, finalizzato alla socializzazione e alla produzione di verdure da consumare assieme o finanziare progetti sociali e culturali Il progetto di punta del Gruppo Coltivare Condividendo è pero’ quello legato al “Patto”, un accordo tra aziende biologiche (o che hanno rinunciato alla chimica di sintesi), i Gruppi di Acquisto Solidale e tutte quelle realtà a cui stanno a cuore un ambiente, del cibo, delle relazioni.. “sane, pulite e giuste”; un Patto che non è solo basato su un “acquistare locale” ma è soprattutto incentrato su condivisione e scambio di conoscenze, costruzione di iniziative e progetti comuni tesi all’informare e creare consapevolezza, all’avviare buone pratiche e partecipazione. Questa “rete” di realtà, di singolarità e iniziative coinvolge le province di Belluno, Treviso e Venezia e si sta espandendo sempre più: partendo dall’agricoltura e dall’ambiente tocca questioni importanti quali l’energia, la decrescita, il risparmio, la comunicazione, la socialità e la democrazia.

Share
- Advertisment -


Popolari

Un nuovo progetto per la segnalazione degli ostacoli al volo

La Provincia di Belluno coordinerà un nuovo progetto di mappatura e la segnalazione degli ostacoli al volo. Con un sistema innovativo di palette catarifrangenti...

Covid. Bond (FI): «Il governo distrugge economia e Natale in un colpo solo»

«Mercati settimanali sì, casette di Natale no. Il governo deve spiegarci perché questa differenza». È quanto afferma il deputato di Forza Italia, Dario Bond, sullo...

Comuni ricicloni, Ponte nelle Alpi primeggia: Dal Borgo: “Questo riconoscimento conferma il consolidarsi del progetto di raccolta differenziata” 

Il Comune di Ponte nelle Alpi è il più riciclone della provincia di Belluno. L'ufficialità arriva dal dossier di Legambiente.  In base alla produzione...

La sanità è preparata alla nuova ondata di contagi? * di Mauro De Carli

La domanda è sulla bocca di tanti, forse non si ha il coraggio di farla per la paura dell’incertezza di questo momento: “la Sanità...
Share