13.9 C
Belluno
domenica, Ottobre 25, 2020
Home Prima Pagina 93^ anniversario della festa dell’Unità nazionale e giornata delle Forze armate

93^ anniversario della festa dell’Unità nazionale e giornata delle Forze armate

FELTRE
Venerdì 4 novembre 2011, data che ricorda la fine del Primo Conflitto mondiale per l’Italia, si celebra la Festa dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze armate. Questa festa è l’occasione per riflettere su questi eventi dolorosi e ricordare quanti hanno garantito la libertà, l’unità e la democrazia in Italia, nonché l’impegno silenzioso alle Forze Armate che ogni giorno continuano ad assicurare l’ordine e la giustizia nel Paese. Il Comune di Feltre onora la memoria di tutti i caduti in Guerra depositando delle corone di alloro nei vari cimiteri militari della città. Alle ore 10.00 l’appuntamento è al Cimitero Militare Germanico in Località San Paolo. Alle 10.30 la cerimonia si sposterà al Monumento ai Caduti di tutte le guerre del cimitero cittadino dove verrà deposta un’altra corona commemorativa. Successivamente, all’interno del Cimitero urbano, o, in caso di maltempo nella chiesa di Santa Maria degli Angeli, si terrà la Santa Messa. Parteciperanno alle cerimonie le rappresentanze delle famiglie dei Caduti in guerra, delle Associazioni Mutilati ed Invalidi di guerra, delle Forze Armate, le Associazioni Combattentistiche e d’Arma e le Forze di Liberazione. La cittadinanza è invitata a partecipare e ad esporre la bandiera.

 

TRICHIANA
Appuntamenti il 4 e il 5 novembre 2011, a Trichiana e S. Antonio Tortal
Per le prossime Cerimonie di novembre, commemorative dei Caduti di tutte le guerre, il programma organizzato dal Comune di Trichiana, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci e con la Consulta degli Anziani, prevede un duplice appuntamento.
Il 4 novembre, alle ore 20.30, al Centro Parrocchiale “S. Felice”, si terrà la Cerimonia di consegna delle tessere elettorali e della Costituzione della Repubblica Italiana ai neo diciottenni. Si tratta di un appuntamento tradizionale per il 4 novembre, che in genere si svolge in Municipio.
“Quest’anno – commenta il Sindaco, Giorgio Cavallet – abbiamo voluto inserirlo all’interno di una serata pubblica, per coinvolgere la popolazione e riflettere insieme sul valore della nostra costituzione e sull’importanza dell’esercizio del diritto al voto”.
A seguire, grazie alla collaborazione con la Consulta delgi Anziani, ci sarà lo spettacolo del gruppo “Garibaldi SOMS Band”, diretto dal maestro Duilio Maggis, con letture e canti risorgimentali.
“Di fatto, – prosegue il Sindaco Giorgio Cavallet – il 4 novembre 2011 segnerà anche la conclusione dei festeggiamenti per i 150 anni dell’Unità d’Italia e abbiamo accolto con piacere la proposta della Consulta degli Anziani, sempre attiva, di ospitare questo gruppo, che si è già esibito con successo in altri luoghi della provincia.
Mi auguro che la popolazione vorrà partecipare numerosa a questo importante momento di festa collettiva”.
Il giorno dopo, sabato 5 novembre, com’è ormai tradizione, alle 10.30 ci sarà la Celebrazione di una S. Messa nella Chiesa Arcipretale di Trichiana, per i Caduti di tutte le guerre. A seguire, alle 11.15, in piazza Toni Merlin, si terrà l’Alzabandiera e la deposizione di una corona al monumento dei Caduti, in collaborazione con l’ANA di Trichiana. Si proseguirà poi verso il Parco “Caduti e Dispersi in Russia”, più conosciuto come Parco “Lotto”, per la deposizione di un mazzo di fiori al monumento Caduti e Dispersi in Russia e in ricordo degli Emigranti Caduti sul lavoro, in collaborazione con la Famiglia ex Emigranti Sinistra Piave, alla presenza della Presidente, Olinda Fiabane.
La cerimonia si concluderà a S. Antonio Tortal, con la deposizione di una corona al monumento dei Caduti e di un mazzo di fiori al cippo commemorativo dei Caduti della Guerra di Liberazione.
“Se i tagli si fanno sentire anche riducendo le disponibilità economiche dei Comuni per le ricorrenze celebrative, mi auguro che possiamo assistere a una bella partecipazione da parte della popolazione, – conclude il Sindaco – perché è importante continuare a ricordare insieme, a tenere vivi i valori per cui ha lottato il nostro Paese, che ha pagato la libertà e il diritto alla democrazia con un pesante tributo di vite umane”.

Share
- Advertisment -


Popolari

Nasce a Ponte nelle Alpi il nuovo ambulatorio di Medicina generale che riunirà 5 medici

Un'unica sede per riunire tutti i medici di Ponte nelle Alpi: sta per nascere il nuovo ambulatorio di Medicina generale, finalizzato a offrire alla...

Rispettiamo le regole. L’appello del presidente della Provincia Roberto Padrin

In questo momento dobbiamo essere tutti responsabili. I numeri dei contagi e l'aumento dei ricoveri ospedalieri ci obbligano a comportamenti rispettosi delle regole. Dobbiamo...

Findomestic addebita a un omonimo la rata del finanziamento. Brumurelli (Associazione Io mi tutelo): “In 15 giorni abbiamo chiarito il caso con la banca...

Vedersi addebitare ogni mese delle rate di una cinquantina di euro senza sapere il perché non dev’essere piacevole. E’ successo in un Comune della Valbelluna...

Agricoltura di montagna. Dorfmann: aumenta il livello di protezione, maggiori aiuti alle aziende costituite da giovani

Si è chiusa con il voto di approvazione di ieri sera la quattro giorni che al Parlamento Europeo ha visto in discussione uno dei...
Share