13.9 C
Belluno
martedì, Ottobre 20, 2020
Home Cronaca/Politica Presentato a Venezia il Documento sulla sanità feltrina. Bond e Dall'Agnol: "Un...

Presentato a Venezia il Documento sulla sanità feltrina. Bond e Dall’Agnol: “Un sistema da potenziare e preservare”

Oscar Dall'Agnol

La conferenza dei sindaci dell’Usl 2 ha esposto le sue ragioni alla V Commissione Sanità che in questi giorni sta ascoltando il mondo sanitario veneto, dalle categorie alle strutture sparse sul territorio, in vista dell’adozione del nuovo piano socio-sanitario. A rappresentare il Feltrino davanti all’organo presieduto dal consigliere del Pdl Leonardo Padrin è stato Oscar Dall’Agnol, vicepresidente della Conferenza dei sindaci. Ad accoglierlo anche il consigliere Dario Bond, componente proprio della V Commissione.
A Venezia Dall’Agnol ha consegnato il documento approvato di recente dai primi cittadini del comprensorio e aggiornato con la seduta del 9 settembre scorso. “La nostra richiesta principale resta sempre la stessa”, spiega Dall’Agnol, “ovvero che venga riconosciuta la specificità della montagna. Questo significa  mantenere l’indipendenza e la piena autonomia dell’Usl 2”.
Davanti alla Commissione è stata rimarcata l’attrattività dell’ospedale feltrino – polo di riferimento per il Primiero, ma anche per l’Alto Trevigiano e la Valsugana – e la necessità di garantire il personale sanitario, sia quello operativo che dirigenziale. Non solo: “Abbiamo chiesto che il cittadino bellunese abbia la stessa dignità del cittadino di pianura per quanto riguarda le liste di attesa negli ospedali principali, e cioè quelli di Padova e Verona”, ha aggiunto Dall’Agnol. “Se il nuovo piano socio-sanitario mette tutti gli ospedali in rete, allora anche i cittadini dei vari territori devono poter contare sulle stesse condizioni di accesso”.
Tutte richieste di cui si farà carico il capogruppo del Pdl in Consiglio regionale Dario Bond: “La sanità feltrina e di montagna più in generale continua a essere al centro di un ampio dibattito. Solo venerdì ho incontrato accanto a Guido Trento il segretario generale alla sanità Domenico Mantoan, al quale ho ribadito quali sono le nostre priorità”.
“In ballo”, ricorda Bond, “non c’è soltanto il piano socio-sanitario ma anche le schede sanitarie che daranno piena operatività allo strumento. E’ questo il momento giusto per giocare le nostre carte. La sanità feltrina ha delle peculiarità e delle eccellenze che vanno preservate e potenziate”.

 

 

Share
- Advertisment -


Popolari

Le migliori mete da visitare in autunno

L’autunno è una stagione perfetta per chi vuole andare in vacanza. A differenza dell’estate, infatti, permette di accedere a soggiorni con prezzi più contenuti....

Spettacoli di mistero delle Pro loco Bellunesi. Venerdì appuntamento a Belluno con i Castelli perduti e draghi dimenticati

Ritorna la rassegna "Veneto, spettacoli di mistero", promossa dall'Unpli Belluno nell'ambito delle iniziative di Unpli Veneto e Regione. Le Pro loco bellunesi non mancheranno...

Due positività al Comune di San Vito di Cadore. Ordinanza di chiusura e sanificazione degli uffici

A seguito della positività riscontrata a due dipendenti, il sindaco Emanuele Caruzzo ha disposto la chiusura degli uffici comunali di San Vito di Cadore...

Giornata Nazionale del Cane Guida 2020. Singolare esperienza in piazza dei Martiri, bendati guidati dai cani addestrati 

In occasione della Giornata Nazionale del Cane Guida che si celebra il 16 ottobre di ogni anno, l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti...
Share