13.9 C
Belluno
domenica, Gennaio 17, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli La Gioconda è nuda. L'installazione dell'artista trevigiano conquista Vezzosi, direttore del museo...

La Gioconda è nuda. L’installazione dell’artista trevigiano conquista Vezzosi, direttore del museo ideale Leonardo Da Vinci. Sarà pubblicata in volume accanto a Warhol e Duchamp

La reinvenzione della Gioconda secondo Pg Slis. Grande successo per l’installazione dell’artista trevigiano all’interno della mostra – evento “La Gioconda è nuda”, allestita fino al 30 settembre a Santa Margherita di Savoia. Il gioco di prospettive attraverso il quale Pg Slis confronta diverse visioni della Gioconda ha letteralmente stregato Alessandro Vezzosi, direttore del museo ideale Leonardo Da Vinci e ideatore della mostra, che ha dichiarato di volere a tutti i costi inserire l’opera di Pg Slis in un apposito catalogo al fianco delle celebri opere di Duchamp e Warhol.
Il riscontro ottenuto all’interno di una mostra importante come quella di Margherita di Savoia (presentata ufficialmente a Roma, nella Sala del Mappamondo della Camera dei deputati) è una nuova consacrazione per l’artista lanciato da Leonart gallery, che con la sua freschezza artistica (frutto anche del passato di writer)  ha ormai conquistato il palcoscenico nazionale come esponente di una nuova avanguardia artistica.
L’installazione di Pg Slis sarà visibile, dall’autunno, anche nella capitale: dopo la chiusura dell’esposizione in Puglia (prevista per il 30 settembre) “La Gioconda è nuda” si sposterà infatti a Roma, come già anticipato al momento della presentazione ufficiale dai curatori della mostra.
La mostra “La gioconda è nuda” è incentrata sul fenomeno planetario  del dipinto cinquecentesco di Leonardo Da Vinci e ha il suo elemento principale nella “Gioconda nuda” dipinta, su idea di Leonardo stesso, da Gian Giacomo Caprotti, detto il Salai, allievo della bottega del genio toscano. Un’opera di grande importanza storica e artistica, esposta per la prima volta al di fuori della Toscana dopo il suo restauro conservativo.

Leonart gallery
Leonart nasce nel 2004 a Conegliano, con l’obiettivo di divulgare l’arte visiva moderna e contemporanea nelle sue molteplici forme. Leonart unisce all’attività di gallerista quella di mercante d’arte, proponendo nelle migliori gallerie in Italia e all’estero alcuni affermati artisti. Dal 2009 Leonart ha aperto la sue seconda sede a Vittorio Veneto, nel prestigioso centro storico di Serravalle.

PG (Pierluigi) Slis
Nasce il 06 Ottobre 1974 a Wuppertal in Germania Vive e lavora a Vittorio Veneto. Apprende le prime nozioni pittoriche nei corsi scolastici tenuti dal Maestro Giuseppe Grava, coltivando la passione per le pietre acquarellate dei tipici borghi del suo paese. Continua gli studi da Seminarista per diplomarsi al Liceo Socio-Psico-Pedagogico nell’anno scolastico 1992/93. E’ in questo periodo che, vincendo tra l’altro vari concorsi artistici, coltiva la passione per l’Aerosol Art. Il ’96 lo vede fra i fondatori de “La Kremeria Art Group” (Crema della creatività nel campo del writing e non, che riunisce 10 ragazzi del triveneto per lo studio concettuale e grafico di grandi pareti). Con questa squadra realizza opere per molte aziende illustri. L’evoluzione lo porta al concetto di Decomimesi (decorazione atta a ridurre l’inquinamento visivo ambientale) sul quale basa l’attività artistica in proprio a tempo pieno . Specializzato nel campo della scenografia per la fotografia industriale inventa e sperimenta le più svariate tecniche e materiali.

Nella foto da sinistra, l’onorevole Gabriella Carlucci con l’artista Pierluigi Slis, la titolare della Galleria Ca’ d’Oro Gloria Porcella e Fabio Anselmi titolare Leonart Gallery.

Share
- Advertisment -

Popolari

Petizione al sindaco di Belluno: no alla strada a scorrimento veloce vicino a scuole e case

"Oggi abbiamo consegnato al Sindaco della nostra città 552 firme di cittadini che chiedono all’Amministrazione Comunale di lasciar decadere una volta per tutte il...

Vertice Provincia-Enel. Padrin: «Abbiamo parlato di fasce di rispetto, presidi territoriali e investimenti futuri. Grazie al ministro D’Incà per aver fatto da tramite»

A seguito dell'incontro a Roma di metà dicembre, la Provincia di Belluno ha tenuto venerdì scorso in videoconferenza una riunione con i vertici di...

Calalzo di Cadore, piano di sviluppo per l’area di Lagole. De Carlo: “Reperire risorse per la gestione e un concorso di idee per sostenere...

Il Comune di Calalzo di Cadore punta ancora forte sull'area di Lagole: "Stiamo lavorando a un progetto che ne migliori la fruibilità e ci...

Video del Soccorso alpino e Cai: “Scegliete un’altra montagna, meno rischiosa ma non meno coinvolgente”

Milano, 16 gennaio 2020  "Scegliete un'altra montagna: meno rischiosa, ma non meno coinvolgente". Il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico e il Club alpino italiano...
Share