13.9 C
Belluno
sabato, Settembre 19, 2020
Home Cronaca/Politica Nasce a Belluno la Fondazione Dolomiti Unesco. Finozzi: “strumento per la gestione...

Nasce a Belluno la Fondazione Dolomiti Unesco. Finozzi: “strumento per la gestione sostenibile per le nostre montagne”

Le Dolomiti hanno da oggi una Fondazione che, al di là delle diversità geografiche e delle divisioni amministrative, si occuperà unitariamente della loro tutela e della loro promozione del mondo. A un anno dalla decisione dell’Unesco di iscrivere le Dolomiti nella Lista dei beni naturali “Patrimonio dell’Umanità”, le Regioni del Veneto e del Friuli Venezia Giulia assieme alle Province di Belluno, Bolzano, Trento, Udine e Pordenone hanno firmato stamani a palazzo Piloni, a Belluno, la costituzione della Fondazione Dolomiti Unesco, divenuta immediatamente operativa con la riunione del primo Consiglio di Amministrazione. “Le Dolomiti – spiega l’assessore regionale al Turismo Marino Finozzi che ha firmato l’atto notarile di costituzione per la Regione del Veneto – sono considerate tra i più bei paesaggi montani del mondo: una bellezza che deriva dallo straordinario contrasto tra le linee morbide delle praterie e l’improvviso sviluppo verticale delle cime nude, dalle forme scolpite e inconfondibili. E’ nostro dovere pensare a uno sviluppo che non si scontri con la conservazione, a un turismo che sappia e possa apprezzare lo spirito della montagna. Credo sia importante puntare sull’educazione dei turisti che verranno a visitare questo patrimonio. Andare per boschi, non è come fare un giro in giostra. Piuttosto bisognerebbe camminare nei sentieri di montagna con lo stesso rispetto con cui si entra in chiesa: in silenzio, senza fare rumore, con l’animo aperto all’ascolto”. La fondazione Dolomiti Unesco per la prima volta in Italia unisce enti tra loro molto diversi come Regioni a statuto speciale con Regioni ordinarie e Province ordinarie e a statuto speciale. Ha il compito di armonizzare le politiche si gestione delle Dolomiti, e di adottare nuovi strumenti si salvaguardia, per la protezione, la conservazione e la valorizzazione di questo bene. Deve inoltre cercare collaborazioni con le istituzioni internazionali, comunitarie, nazionali, regionali e locali. La sede sarà per i primi tre anni a Belluno e la presidenza sarà affidata all’assessore provinciale al Turismo. La firma per la costituzione della fondazione avviene a meno di un anno dall’iscrizione, il 26 giugno 2009, delle Dolomiti nella Lista del Patrimonio dell’Umanità Unesco. Il percorso per la candidatura alla lista era stato avviato nel dicembre 2004 dallo Stato italiano e condotto dalle cinque Province di Belluno, Bolzano, Pordenone, Trento e Udine.

Nella foto: il momento della firma da parte dell’assessore Marino Finozzi dinanzi al notaio Pasquale Osnato

Share
- Advertisment -



Popolari

Gli appuntamenti di settembre e ottobre all’Insolita storia

Proseguono gli appuntamenti culturali al bar Insolita Storia di Belluno. Dopo il successo di giovedì 17 settembre con la presentazione del libro "sette giorni...

Auto e moto d’epoca. Il più importante mercato europeo dal 22 al 25 ottobre alla Fiera di Padova

Torna la rassegna Auto e moto d'epoca alla Fiera di Padova dal 22 al 25 ottobre 2020 L'edizione di quest'anno inizia all’insegna dell’emozione con due...

L’Ugo nel pagliaio. Venerdì alla Libreria Tarantola la presentazione del libro di Rapezzi

Riprendono gli incontri alla Libreria Tarantola di Belluno. Venerdì 25 settembre con inizio alle 18.30 si terrà la presentazione dell’ultimo libro di Ugo Rapezzi....

Contributi regionali per 6 milioni e mezzo per la valorizzazione delle destinazioni turistiche i

Venezia, 18 settembre 2020   “Le conseguenze del lungo periodo di lockdown ci hanno imposto la necessità di un rilancio complessivo e immediato dell’economia veneta...
Share