13.9 C
Belluno
giovedì, Maggio 13, 2021
Home Cronaca/Politica Presentato il terzo avviso del programma operativo Interreg IV Italia-Austria

Presentato il terzo avviso del programma operativo Interreg IV Italia-Austria

L’Assessore alle Politiche Economiche e Istituzionali della Regione del Veneto, Vendemiano Sartor, ha aperto oggi (lunedì 14 dicembre) a Mestre il terzo avviso per la presentazione di nuovi progetti di collaborazione per le zone di confine nell’ambito del Programma operativo 2007/2013 “Interreg IV Italia – Austria”.  Il Programma europeo, dedicato alla cooperazione transfrontaliera fra le regioni Veneto, Friuli Venezia Giulia e provincia di Bolzano con il Tirolo, la Carinzia e il Salisburgo, ha messo a disposizione  complessivamente € 80.099.557, di cui € 60.074.668 dal fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) e € 20.024.889 dal fondo nazionale di rotazione. L’obiettivo della nuova fase programmatoria Italia-Austria è quello di favorire con sempre maggiore impegno lo sviluppo equilibrato sostenibile e duraturo e l’integrazione armoniosa dell’aera transfrontaliera. Un territorio prevalentemente montuoso di circa 2 milioni e mezzo di abitanti, che, per quanto riguarda il Veneto, interessa la provincia di Belluno e  in deroga quelle di Treviso e Vicenza, caratterizzato – come ha sottolineato l’Assessore Sartor – da barriere naturali e amministrative che rendono difficile la compenetrazione economica e sociale. Una realtà che comporta alcuni rischi come la migrazione di risorse umane giovani e la riduzione della capacità di innovazione delle imprese e di attrazione del territorio. A queste problematiche l’Unione Europea ha inteso dare una risposta favorendo la cooperazione territoriale transfrontaliera con progetti comuni fra i territori – ha ricordato ancora Sartor – che riguardino esigenze o problematiche di sviluppo legate alla specificità dell’area interessata. Il terzo avviso, che si chiuderà il 10 febbraio 2010, mette a disposizione € 12.000.000 di fondi FESR , che andranno a cofinanziare  con l’85% della spesa progetti italo-austriaci rispondenti alle priorità approvate dalla Commissione europea: n.1. Relazioni economiche, competitività e diversificazione e n.2. Territorio e sostenibilità. Sartor ha ricordato che finora sono stati impegnati circa il 40% dei fondi per 49 progetti. Per quanto riguarda il Veneto ben 23 progetti coinvolgono un capofila (cosiddetto leader partner) o almeno un partner del nostro territorio; 9 di questi progetti sono stati approvati nell’ambito della priorità 1 del Programma “Miglioramento delle relazioni economiche e della competitività”, mentre gli altri  14  rientrano nella priorità 2 “Tutela dell’ambiente e lo sviluppo sostenibile del territorio”.

Share
- Advertisment -

Popolari

104mo Giro d’Italia. Il 19 maggio la diretta della presentazione della tappa dolomitica del 24 maggio

Il 19 maggio alle ore 11 avrà luogo nella Sala Consiliare del Comune di Cortina, in Corso Italia n. 33 la presentazione della tappa...

Divide et impera. Terna ci riprova trattando separatamente con i singoli Comuni

Terna pare aver fatto sua la strategia di Giulio Cesare, "Divide et impera" e riprende la trattativa separata con i singoli Comuni. Alcuni dei...

Sfregiati gli affreschi del rustico di Villa Patt a Sedico. Cibien: “Sporgeremo denuncia”

Brutta sorpresa per i tecnici della Provincia di Belluno. Nei giorni scorsi un sopralluogo a Villa Patt (a Sedico) ha fatto scoprire una serie...

DolomitiBus cerca autisti. Il supermercato Kanguro di Agordo cerca macellaio e la sede di Cortina addetto al reparto frutta, verdura, gastronomia

DolomitiBus cerca autista di autobus per il territorio Bellunese. Pronta disponibilità di mansione su Agordo. Oltre che della guida dei mezzi aziendali per il...
Share