13.9 C
Belluno
domenica, Novembre 29, 2020
Home Pausa Caffè Una circonvallazione a impatto zero per Moena e la ski area Alpe...

Una circonvallazione a impatto zero per Moena e la ski area Alpe Lusia. Con accesso facile alle piste e centro del paese libero dal traffico e skibus elettrici

Si avvicina l’apertura delle piste anche nelle ski aree Alpe Lusia e Passo San Pellegrino-Falcade. Al passo sarà possibile sciare già dal week-end del 27-29 novembre mentre per le piste di Moena e Bellamonte dell’Alpe Lusia sarà sufficiente aspettare solo qualche giorno in più e l’appuntamento in pista è fissato per il week-end del 4-6 dicembre. Oltre ai lavori di miglioramento sulle piste, sugli impianti di risalita e di innevamento il vero fiore all’occhiello della stagione 2009/2010 è la nuova circonvallazione di Moena che consente di raggiungere i parcheggi della località di Ronchi, punto di accesso alle piste della ski area Alpe Lusia.
La circonvallazione è sicuramente un’opera pubblica molto gradita sia dai valligiani che dai turisti. Essa infatti rappresenta un altro importante tassello per una sempre migliore viabilità in Val di Fassa. Oltre a un miglioramento del servizio per gli utenti della strada e per gli sciatori che potranno raggiungere la ski area senza spiacevoli ingorghi, la nuova circonvallazione garantirà una maggiore tranquillità, anche dal punto di vista acustico e ambientale, al centro abitato di Moena e ai suoi abitanti.
UN’OPERA NEL RISPETTO DELL’AMBIENTE
Un’opera pubblica di grande utilità realizzata nel massimo rispetto dell’ambiente, limitando il più possibile
l’impatto con la natura che contraddistingue la Val di Fassa.
“La circonvallazione – spiega Maurizio Sommavilla, Responsabile Marketing della ski area Alpe Lusia –
garantisce un valore aggiunto non solo a Moena ma all’intera Val di Fassa. Nella realizzazione per ridurre
l’impatto ambientale sono stati curati anche i minimi dettagli dall’illuminaria che offre un design elegante
di colore verde come gli abeti dei boschi e l’utilizzo del legno, un elemento tipico delle valli del trentino,
per le finiture delle paratie.”La nuova opera viaria rappresenta un notevole vantaggio sia per chi proviene da Canazei, con accesso alla Val di Fassa dai passi Sella, Pordoi e Fedaia, che per chi proviene dalla Val di Fiemme dopo essere uscito dall’autostrada A22 Modena-Brennero al casello di Egna/Ora. “Con la circonvallazione – continua Sommavilla – si può raggiungere la località di Ronchi. Oppure lasciare l’automobile nel comodo e capiente parcheggio alle porte di Moena e da qui scegliere di fare una passeggiata nel centro della fata delle Dolomiti oppure per gli sciatori proseguire con il servizio di skibus
verso la località di Ronchi o il Passo San Pellegrino. Sempre nell’ottica del rispetto dell’ambiente per il
servizio di skibus verranno impiegati dei mezzi dotati di motore elettrico.”La circonvallazione facilita l’accesso alla località di Ronchi, che sovrasta Moena, da dove parte l’impianto della ski area Alpe Lusia completamento ristrutturato e attivo dalla scorsa stagione. La cabinovia 8 posti ad agganciamento automatico “Ronchi-Valbona-Le Cune” con stazione intermedia, che sostituisce la vecchia cabinovia Ronchi-Valbona e la funivia Valbona-Le Cune. Un impianto con una portato oraria di 2070
persone che collega in meno di 10 minuti la stazione a valle di Ronchi con la parte più alta del comprensorio.

Come arrivare:
In auto: dall’ autostrada A22, uscita al casello Egna/Ora. Si prosegue sulla SS48 direzione Moena. Da qui attraverso la nuova circonvallazione si prende la SS346 e si prosegue per Moena-Ronchi (circa 2km) e per il Passo S.Pellegrino (circa 10 km). Quaranta minuti circa da Egna/Ora. Dall’ autostrada A27, uscita Belluno. Si prosegue sulla SS203 per Agordo. A Cencenighe, SS346 per Falcade e, 9 km dopo, Passo S.Pellegrino. A 45 minuti dall’ uscita Belluno. Dal passo a Moena circa 10 km.

In aereo: sono in funzione servizi shuttle da e per gli aeroporti di VE, TR, VR, MI, B

Share
- Advertisment -

Popolari

Ruzzola per 200 metri e perde la vita

Pieve di Cadore (BL), 29 - 11 - 20   Alle 15.40 circa l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è decollato in direzione di...

Screening ad Auronzo: adesione al 33%, positività inferiori all’1%. Probabile avvio verso la fase conclusiva della fiammata epidemica

Si è svolto questa mattina, in località Taiarezze, ad Auronzo, lo screening per la ricerca del Sars-Cov-2 tra le classi di età più colpite...

E’ morto Natale Trevissoi, fondatore della Holzer

È morto venerdì a Firenze, dove abitava con la figlia Natale Trevissoi, fondatore dello stabilimento Holzer di Belluno. Aveva compiuto 95 anni.  funerali si...

Sovracanoni elettrici. Le risorse ai territori di montagna che producono l’energia. De Menech: «Corrette le storture della Lega. La gestione resta alle Regioni»

Roma, 29 novembre 2020   «Con l'emendamento che abbiamo presentato alla legge di Bilancio in materia di grandi derivazioni idroelettriche correggiamo una norma pasticciata, varata...
Share