13.9 C
Belluno
lunedì, Giugno 21, 2021
Home Pausa Caffè Varata Spes Belluno: B2 e alta qualità nel giovanile anche maschile

Varata Spes Belluno: B2 e alta qualità nel giovanile anche maschile

Oggi nasce ufficialmente l’associazione sportiva dilettantistica Spes Belluno, nuova società di pallavolo del capoluogo dolomitico che inizierà la propria attività da questa stagione sia nel settore femminile che in quello maschile. Gli undici membri del direttivo, tutti bellunesi, hanno scelto come presidente Angelo Caneve, imprenditore che per tre anni ha guidato il percorso che ha portato alla nascita di questa realtà. Sarà coadiuvato da due vicepresidenti, Fabiana Bianchini e Adriano Fistarol, rispettivamente incaricati di seguire e sviluppare il settore maschile e quello femminile. Sede della società e cuore dell’attività sarà la Spes Arena, anzi, proprio gli spazi creati con la ristrutturazione dell’impianto sono stati il principale impulso per la nascita del nuovo sodalizio sportivo. I membri della Spes Belluno, nella riunione chiusa con la firma dello statuto, hanno iniziato a discutere sulle strategie per dar vita a una significativa attività agonistica, che saranno definite nella prossima riunione. Questi i componenti del direttivo: Angelo Caneve (presidente), Fabiana Bianchini (vicepresidente), Adriano Fistarol (vicepresidente), Sandro Rebeschini, Paolo Fant, Fabrizio D’Incà, Mauro D’Incà, Sandra D’Incà, Mauro Sanna, Enrico Neri, Eros Fagro. Il legame con la Spes Conegliano, società di volley femminile che ha raggiunto l’A1 nel 2008, è evidente nel nome, ma coinvolge soprattutto la filosofia, come spiega Caneve: “La Spes Belluno nasce come logica conseguenza di un’attività iniziata con il Top Team Belluno due anni fa e orientata allo sviluppo della pallavolo bellunese. La struttura societaria è interamente bellunese e ha la qualità per dar vita a qualcosa di significativo. I nostri giovani avranno il loro punto di riferimento nel Top Team, oggi in B2 femminile. Saremo indipendenti dalla Spes Conegliano, ma comunque condividiamo con questa società di vertice nello sport italiano la strategia e le linee guida. Dobbiamo essere grati alla Spes Conegliano, che ci ha aiutati e che in futuro potrà essere uno sbocco per atleti di alto livello, ma ora tocca a noi decidere, con scelte sempre orientate al bene dei giovani che si avvicinano alla nostra realtà e del movimento pallavolistico”. I due vicepresidenti provengono da una lunga e qualificata esperienza sul campo. Fabiana Bianchini ha collaborato per cinque anni con la Pallavolo Belluno e spiega: “Ho visto nascere quel settore giovanile, ora colgo con entusiasmo l’opportunità di entrare in questa nuova avventura con la responsabilità di un settore maschile che è tutto da creare e sviluppare”. L’attività femminile, che conta già circa 120 atlete, sarà guidata da Adriano Fistarol, volto ormai storico del volley cittadino: “Ormai da vent’anni mi occupo di pallavolo, sono stato presidente del Volley Team e vicepresidente del Pgs Edelweiss Belluno. La volontà della Spes Belluno è quella di dare la possibilità di emergere ai più dotati e a chi ha voglia di impegnarsi, ponendo nel contempo grande attenzione per l’attività sportiva di valenza sociale”. Da Conegliano il presidente Giovanni Lucchetta, che ha lavorato per la nascita della realtà bellunese, interviene per salutare la nuova società: “Nonostante le tante difficoltà, il primo anno c’è stato l’insediamento a Belluno della squadra di B2, nel secondo abbiamo contribuito alla nascita dell’Arena, ora inizia la parte sportiva vera e propria, che parte da giovanile e che accoglierà in futuro il Top Team Belluno. Continuerò ad appoggiare questa realtà e condividerne il più possibile le strategie per raggiungere l’obiettivo comune. Obiettivo che è quello di creare un’ambiente di qualità, nel quale possa trovare spazio l’anima sociale dello sport, ma anche l’offerta, per i giovani che ne abbiano le capacità e la motivazione, di un contesto in cui realizzarsi ad alto livello”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Sportful Dolomiti Race. Il toscano Fabio Cini e la modenese Sonia Passuti vincono la corsa della Rinascita

Sei ore e mezza per scalare Cima Campo, Passo Manghen, Passo Rolle e Passo Croce d'Aune: 204km e quasi 5.000mt di dislivello per portare...

Intervento nella notte per due alpiniste in difficoltà sulla Cima Ovest di Lavaredo

Auronzo di Cadore (BL), 20 - 06 - 21   Ieri sera, attorno alle 22, la Centrale operativa del Suem ha allertato il Soccorso alpino...

Temporali, vento e grandine da domenica pomeriggio

Venezia, 19 giugno 2021 - Il bollettino emesso dal Centro funzionale decentrato della Protezione Civile del Veneto annuncia, per le prossime ore, tempo instabile in...

Tolti 4,6 miliardi per infrastrutture alle zone deboli. De Menech: «Tentativo di sottrarre risorse alla montagna. Non passerà in Parlamento»

«C'è un tentativo di sottrarre risorse alla montagna, alle aree interne e al sud. Grave il colpo di mano che ha tolto dal decreto...
Share