13.9 C
Belluno
domenica, Novembre 29, 2020
Home Sport, tempo libero Lucchetta: "Avvio durissimo, ma puntiamo a crescere"

Lucchetta: “Avvio durissimo, ma puntiamo a crescere”

Ancora Bergamo al debutto, ma stavolta in casa. Alle 18 del 18 ottobre la Zoppas Industries Conegliano inizierà la sua seconda avventura nel campionato di A1, nell’olimpo del volley rosa un po’ più elitario del solito, con 12 squadre ai nastri di partenza (due in meno dell’annata sportiva passata) di cui 10 candidate ai playoff scudetto. Come nel 2008, sarà ancora la più blasonata di tutte, la Foppapedretti Bergamo rossoblu ma sempre tinta d’azzurro, a “battezzare” le pantere coneglianesi. Il teatro sarà la Zoppas Arena, quest’anno unico palasport veneto nella massima serie femminile. Poi due traferte lombarde, contro Busto Arsizio e Villa Cortese,  Jesi tra mura amiche, Perugia e Pesaro campione. “Inizio a dir poco difficile – sentenzia il presidente gialloblu Giovanni Lucchetta, che pronostica il bottino di 4 punti nei primi 6 turni. Pessimista o ottimista? “La logica oggi ci dice questo – commenta Lucchetta – ma alla fine sarà sempre il campo a decidere. Non potrei dirmi certo deluso da un avvio con soli 4 punti conquistati contro avversarie di quel calibro”. E lo dice a mercato non ancora fermo (c’è ancora un mese di tempo per definire la rosa), ma non solo. Lo dice nonostante ritenga che “la squadra di questa stagione ha le potenzialità per essere più forte della precedente”.
La Zoppas cresce, dunque, anche senza agitare il mercato. Le motivazioni di Lucchetta: “L’esperienza e il lavoro fisico possono dare i primi frutti già da questa stagione. Per esempio è ragionevole aspettarsi molto di più da Jovana Brakocevic, che non ha fatto complessivamente un buon campionato. Sarah Pavan l’abbiamo vista al 60% delle sue potenzialità e sarebbe una stella in qualsiasi squadra. Per Manzano, che viene da una buonissima stagione, prevedo ancora un importante miglioramento, mentre spero che le grandi motivazioni di Rachele Sagiuliano si traducano in rendimento tecnico. Carla Rossetto, oltre a confermarsi una delle migliori in ricezione, migliorerà anche la sua qualità difensiva. Per Cisky Marcon è importante mantenere lo standard di rendimento, sfruttando anche l’esperienza fatta in nazionale”. Il ritorno al modulo “tradizionale” con due centrali di ruolo e un opposto, a rigor di logica richiederebbe un ulteriore innesto, ma Lucchetta precisa: “Se non dovessero esserci novità per quel ruolo, potrebbe giocare Stefania Positello, comunque non inferiore nel rendimento rispetto a Valentina Serena nei fondamentali del centrale”. “Cercheremo di completare la rosa – continua Lucchetta – ma, anche se non dovessimo riuscirci, penso che il sestetto potrebbe dare di più rispetto alla passata stagione”. Più che ai nomi la Spes punta alle motivazioni: “Quello che temo è che venga “umanamente dissipato” quel tesoro di motivazione e concentrazione che misero in campo le atlete debuttando in A1 per dimostrare che la nostra era una squadra all’altezza della categoria. Lavoreremo anche su questo, per ripartire non solo fisicamente e tecnicamente pronti, ma anche con la carica di entusiasmo che contraddistingue noi e il nostro pubblico”. E il lavoro in palestra riprenderà presto. Le atlete sono convocate per martedì 18 agosto alle 17.30 alla Zoppas Arena. Il confermato coach argentino Mario Martinez e il suo staff avranno a disposizione tutte le giocatrici tranne Brakocevic, che ha recuperato dopo i problemi alla spalla e il cui rientro dagli impegni internazionali è previsto per inizio ottobre. Come di consueto, gli allenamenti saranno aperti e il calendario sarà aggiornato nella pagina “agenda” del sito web www.spesvolley.it.

Share
- Advertisment -

Popolari

Centralizzazione delle concessioni idroelettriche. De Carlo: “Strategia contro il territorio che annulla ogni forma di rappresentanza”

“La proposta di centralizzazione delle concessioni idroelettriche avanzata dal Partito Democratico fa parte di una strategia contro il territorio che punta ad annullare ogni...

Idroelettrico. Bond (FI): «Il tentativo di romanizzare le grandi concessioni è scandaloso. Mi opporrò senza se e senza ma»

«Chi vuole riproporre la centralizzazione della gestione idroelettrica fa il male della montagna. Il tentativo di espropriare i territori delle loro ricchezze, in questo...

Centralizzazione delle concessioni idroelettriche. Bona: “Il governo punisce la montagna”

«Si è capito che questo governo ce l'ha con le regioni e con i territori periferici. Dopo il silenzio sull'autonomia, dopo i tentativi di...

Arrestato uno straniero di Sedico. Doveva scontare la pena di 2 anni e 10 mesi per rapina e lesioni

Nella serata di ieri, venerdì 27 novembre, i carabinieri di Pieve di Cadore con il Nucleo investigativo di Belluno, hanno arrestato Burlac Michail 19enne...
Share