13.9 C
Belluno
martedì, Settembre 22, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Mercoledì a Vigo di Cadore la storia del Gazzettino con Sante Rossetto

Mercoledì a Vigo di Cadore la storia del Gazzettino con Sante Rossetto

VIGO DI CADORE –  Si parlerà del Gazzettino e della sua storia mercoledì 12 agosto a Vigo di Cadore, alle 17.30, nella sede della Biblioteca storica cadorina. Gazzettino vuole dire Cadore e bene ha fatto l’assessore Maria Grazia Petroni ad organizzare questo incontro con il giornalista  e storico Sante Rossetto (nella foto) che presenterà il suo libro “Il Gazzettino e la società veneta”, edito dalla Cierre di Verona e giunto alla seconda edizione. Introdurrà l’autore e il volume lo scrittore Oscar De Gaspari. Un volume importante per conoscere non soltanto le vicende del più noto giornale veneto, ma anche la storia del Veneto. Fu Giampietro Talamini, cittadino nato a Vodo nel 1845, a dar vita a questo monumento della storia veneta. Quando nacque il Cadore era terra austriaca e lo resterà ancora per oltre vent’anni. Vi è anche una breve traccia biografica del grande giornalista cadorino nel libro di Rossetto. Ma vi è anche qualche passo saliente della storia del Bellunese. Con le olimpiadi di Cortina, con il Rosso Volante, con la immane tragedia di Longarone. Uno studio, condotto con la nota acribia accademica dell’autore che è stato per sette anni capo della redazione bellunese del Gazzettino, non  privo di critiche verso la strada imboccata dal giornale in questi ultimi anni. L’autore non nasconde le sue perplessità per le scelte attuate che hanno condotto ad una grave perdita di immagine e di copie del foglio veneto. E non tralascia nemmeno le critiche ai colleghi. Perché – sostiene Rossetto – ognuno deve prendersi le proprie responsabilità. Oggi il Gazzettino sta vivendo un momento di indubbia difficoltà. Ha perso decine di migliaia di copie nell’ultimo decennio e ora sta attuando una politica di risparmi e di tagli. E molti si chiedono dove andrà a finire. Ma quello che Rossetto vuole sottolineare nel suo importante lavoro è che il Veneto non può perdere il Gazzettino che rappresenta una costola della sua vicenda storica. Informazione nella nostra regione è sempre stato sinonimo di Gazzettino. Può il futuro dei Veneti fare a meno di questa testata?  Di questo e di molto altro parlerà il noto giornalista che – siamo certi – non lesinerà le polemiche. Una preziosa occasione anche per i turisti veneti di conoscere un aspetto della nostra storia remota e recente che sarebbe un peccato  non cogliere al volo.

Share
- Advertisment -



Popolari

San Vito di Cadore. Il nuovo sindaco Caruzzo: “Subito all’opera per il bene di tutti”

L’intera lista San Vito Domani vuole in primo luogo ringraziare i propri concittadini per la fiducia così come si vuole ringraziare l’amministrazione uscente per...

I Film della Settimana della Critica conquistano Belluno. 150 spettatori al Cinema Italia per il primo appuntamento della rassegna “Le giornate della mostra”

Un successo oltre ogni aspettativa quello di ieri sera, lunedì 21 settembre, al Cinema Italia di Belluno che ospitava l’appuntamento inaugurale dell’edizione 2020 de...

Lionello Gorza riconfermato alla presidenza del Consorzio turistico Dolomiti Prealpi

Feltre, 22 settembre 2020 - Ieri sera l'assemblea dei soci del Consorzio turistico Dolomiti Prealpi ha eletto il nuovo consiglio direttivo. Alla presidenza è...

DolomitiRally, il 10 e 11 ottobre

Nella fantastica cornice delle Dolomiti Agordine va in scena, i prossimi 10 ed 11 ottobre, la quinta edizione del Dolomiti Rally, gara valida per...
Share