13.9 C
Belluno
mercoledì, Settembre 30, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli La musica rinascimentale a Cesiomaggiore, preludio del Palio

La musica rinascimentale a Cesiomaggiore, preludio del Palio

29/07/2009 – Ha preso il via martedì sera la sette giorni di manifestazioni ed appuntamenti che culmineranno nella sfida del Palio di Feltre. Palcoscenico d’eccezione è stata la pieve di Cesio Maggiore, per un concerto dedicato alla nobile casata dei Muffoni che proprio nel territorio cesiolino aveva il suo feudo. La serata musicale è stata preceduta dalla sfilata del corteo storico muffoniano per le vie di Cesio, accompagnato dai ritmi e dai colori dei musici e degli sbandieratori del Quartiere Castello. Il pubblico ha apprezzato i ritmi e le note del Palio di Feltre entro le mura della propria piazza, facendo propria la rievocazione storica feltrina. Nel corso della serata il direttore tecnico del Palio, Luciano Gesiot, a nome della manifestazione ha consegnato al sindaco Gianni De Bastiani un’opera artigianale in rame sbalzato raffigurante il Castello di Alboino e ha così simbolicamente rinnovato l’amicizia esistente fra il Palio e i cesiolini. “È auspicabile – ha detto Gesiot – che l’intero territorio feltrino possa ogni anno di più amare questa manifestazione e riconoscersi in essa”. Pensiero condiviso anche da De Bastiani, che ha dichiarato la grande soddisfazione e l’onore che il Comune di Cesiomaggiore sente per aver potuto anche quest’anno ospitare l’evento di apertura del Palio. Il presidente del quartiere Castello Luca Zatta è intervenuto richiamando il patto d’amicizia particolare che lega, da qualche anno ormai, i castellani e i cesiolini. Il gruppo vocale veneto “Ensamble Rinascenza” ha cantato, davanti ai numerosi ospiti feltrini e cesiolini in costume fra i quali il noto Vettor Muffoni del Palio (al secolo Saverio Spada) e l’artista Bruno Gorza, brani datati tra il XV e il XVII secolo spaziando da un primissimo rinascimento a un protobarocco sempre di altissima qualità. La prima parte del concerto, con repertorio di genere sacro, è stata eseguita all’interno della pieve mentre la seconda di genere profano, è stata cantata nel il sagrato. Soddisfazione per la riuscita dell’evento è stata espressa dall’Assessore alla cultura di Cesio Michele Balen presente anche in veste di cerimoniere del Palio feltrino.

Share
- Advertisment -



Popolari

Sicurezza, frazioni, scuole: Ponte nelle Alpi guarda al futuro con il Dup

Il Comune di Ponte nelle Alpi pianifica il futuro. E lo fa attraverso il Dup, Documento Unico di Programmazione 2021-2023, che proprio oggi viene...

Super Ecobonus e lotta all’inquinamento: riapre lo Sportello PubblichEnergie a Ponte nelle Alpi

Il tema del risparmio energetico è diventato centrale nella quotidianità di un gran numero di persone. Anche a Ponte nelle Alpi. E così, dopo...

Targhe estere. Rimosso il blocco per i lavoratori transfrontalieri. De Menech: “Continuiamo il lavoro per rimuovere gli ostacoli posti da Salvini e le Lega”

Roma, 30 settembre 2020   Il Parlamento ha parzialmente risolto oggi uno tra i tanti problemi creati dai Decreti Salvini, il blocco della circolazione in...

Progetto “Alps 2030”. Ultimi giorni per le candidature

Ultimi giorni per presentare la propria candidatura per il progetto “Alps 2030”, promosso da CIPRA, e che vedrà protagonisti anche tre giovani bellunesi: scadono...
Share