Saturday, 22 September 2018 - 00:34

Coltivazione della canapa. Manuela Pierobon: “Superato l’ostacolo del quantitativo minimo di sementi. Il Ministero ora autorizza la condivisione tra diversi coltivatori. Martedì 12 maggio a Soccher la distribuzione”

Mag 9th, 2015 | By | Category: Lavoro Economia Turismo, Meteo, natura, ambiente, animali, Prima Pagina

manuela pierobonProsegue con successo il percorso di Manuela Pierobon ed il suo progetto di diffondere la coltivazione della canapa, favorendo il coinvolgimento dei giovani e l’abbattimento delle barriere che hanno impedito la coltivazione di questa pianta.
A che punto è la sua iniziativa?
“Posso dire con soddisfazione che parte dell’obiettivo è stato raggiunto. Infatti una delle difficoltà che ostacolavano questa coltivazione era quello della rilevante quantità imposta ad ogni coltivatore: un sacco di 25 kg di semi che corrispondono ad una superficie seminativa di 5000 mq.
Molti, infatti, pur essendo interessati ad iniziare quest’esperienza, abbandonavano l’idea a causa di questo quantitativo minimo imposto, che dissuadeva inesorabilmente coloro che volevano iniziare con un campo di piccole dimensioni. Inoltre, non ci sono delle filiere strutturate dei prodotti della canapa e soprattutto mancano i macchinari per una raccolta meccanizzata su grandi superfici.
Su piccole dimensioni invece, l’esperienza è molto positiva, si può raccogliere a mano e ottenere un ottimo prodotto”.
Come ha risolto questo problema del quantitativo minimo?
“Sono riuscita ad avere l’approvazione del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali di poter condividere il sacco delle sementi tra diversi agricoltori, affinché ognuno possa fare la sua esperienza.
A questo proposito a giorni sarà disponibile il blog www.canapicultura.it dove ognuno potrà consultare la procedura che abbiamo seguito e le varie fasi della coltivazione come punto di riferimento per chi volesse iniziare quest’anno.
Il logo CanapiCultura riassume lo scopo del progetto, dare nuovo slancio alla coltivazione e ripristinare una “cultura della canapa”, ovvero creare conoscenze e stimolare una ripresa degli utilizzi di questa pianta.
Il 12 maggio ci sarà la spartizione dei semi e la semina, ritrovo ore 10:00 a Soccher di Ponte nelle Alpi, vicino il campo sportivo, il tutto ripreso da Telebelluno”.

Normativa di riferimento:
http://documenti.camera.it/leg17/resoconti/commissioni/bollettini/html/2015/03/26/13/allegato.htm

Share

2 comments
Leave a comment »

  1. Questa è la tua amica.
    Grande
    Ciao

  2. Gentile Manuela,

    siamo l’associazione ” ORtika” che assieme al CNR di bologna , ad un agronomo , ad un tintore , stiamo sperimentando la coltivazione dell ortica a fini tessili.

    Partendo da un clone messoci a dipsozione dal Cnr abbiamo gia’ prodotto un primo minimo raccolto di ortica e stiamo procedendo con le priove di macerazione.
    contem,oraneamnete ci siamo attivati nella costituzione di una associazione di imprese il cuimscopo e’ la produzione di fibre naturali (canapaa ortica etc.).

    Potrebbe essere interessante conoscerci per scambiarci le nostre esperienze

    Simao di Schio e Valdagno , se siete interessat contatt pure me (Nadia )( 3463530627) o Beppe, da cui e’ partito il progetto (3355282546)

    a presto sentirci


    Nadia Ugolini
    stinatario, Vi preghiamo cortesemente di darcene notizia via e-mail e di procedere alla distruzione del messaggio stesso, cancellandolo dal Vostro sistema; costituisce comportamento contrario ai principi dettati dal Dlgs. 196/2003 il trattenere il messaggio stesso, divulgarlo anche in parte, distribuirlo ad altri soggetti, copiarlo od utilizzarlo per f