13.9 C
Belluno
lunedì, Settembre 26, 2022
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Teatro. Riprende a Milano la produzione di Tib. SlowMachine a Treviso. Domenica...

Teatro. Riprende a Milano la produzione di Tib. SlowMachine a Treviso. Domenica 6 giugno a Belluno Clara Galante e Opera Prima Consort

Daniela Nicosia, direttore artistico Tib

Con un esito straordinario “La nave dolce” ha debuttato lo scorso giovedì 27 maggio al prestigioso festival nazionale di teatro per le nuove generazioni Il Maggio. Lo spettacolo, prodotto da TIB Teatro, dall’omonimo film di Daniele Vicari, alla cui anteprima il pubblico bellunese aveva assistito al Teatro Comunale di Belluno per la rassegna Tracciati, aveva debuttato con successo in prima nazionale nella stagione del Teatro Piccinni di Bari a febbraio 2020, subito prima del lock-down. Uno spettacolo importante su una vicenda di cui quest’anno ricorre il trentennale, lo sbarco di 20.000 albanesi a Bari con la nave Vlora. Il successo di questo spettacolo aveva già garantito la sua presenza in numerosi teatri italiani prima che la pandemia fermasse il settore, successo che si è riconfermato in questa occasione davanti a una platea di critici e operatori teatrali che hanno apprezzato con partecipe commozione ed entusiasmo – numerosi gli applausi a scena aperta – l’emozionante lavoro di Daniela Nicosia e l’intensa performance di Massimiliano Di Corato.

Lo spettacolo proseguirà nei prossimi mesi il suo cammino portando la vicenda della Vlora in numerosi palcoscenici, tra cui altri tre importanti festival nazionali.
Riallestimento e nuovo debutto anche per altre due produzioni di TIB Teatro, che saranno ospiti all’interno della Rassegna Vediamoci a Teatro organizzata da Fondazione teatro Ragazzi e Giovani di Torino: sabato 12 e domenica 13 giugno andrà in scena Coccole produzione tutta bellunese che vedrà in scena Giorgia Polloni, mentre sabato 19 e domenica 20 giugno sarà la volta de La storia di Pierino e il lupo, sempre con Giorgia Polloni e Massimiliano Di Corato. Testi e regia di Daniela Nicosia, che articola il suo lavoro scenico nell’ambito del teatro contemporaneo per adulti e anche in quello per le nuove generazioni. Un segno, quello di Daniela Nicosia, apprezzato dal pubblico e dalla critica nazionale, una scrittura scenica che persegue una forma rigorosa atta a trasmettere contenuti di rilievo attraverso testi e immagini che compongono una intensa drammaturgia delle emozioni.

Grandi soddisfazioni e incoraggianti segnali di ripresa, questi, in attesa del prossimo 29 giugno con l’atteso debutto nazionale a Milano della nuova produzione dedicata ad Alberto Manzi.

 

Ripartenza per SlowMachine a Treviso con il progetto “A casa nostra”

Elena Strada e Rajeev Badhan – SlowMachine

La realtà teatrale SlowMachine entra nel pieno del progetto “A Casa Nostra”, un‘importante iniziativa pensata per riattivare la circolazione e la produzione teatrale e artistica delle compagnie venete in Veneto promossa dal Teatro Comunale di Vicenza in collaborazione con Arteven_Circuito Regionale insieme al Teatro Stabile del Veneto, con il sostegno della Regione del Veneto.
Dopo varie ricalendarizzazioni e spostamenti di date dovuti alle restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria, SlowMachine è pronta a ripartire con un progetto multidisciplinare composto da tre appuntamenti principali e altri eventi collaterali, presso il Teatro Comisso di Zero Branco nella Provincia di Treviso, in collaborazione con la Biblioteca e il Comune di Zero Branco. Una minirassegna tra repertorio, novità, progetti inclusivi, di formazione, audience development e residenze. Gli eventi pensati da SlowMachine, che vanno da giugno a ottobre 2021, coinvolgeranno sia il Teatro Comisso che il meraviglioso parco di Villa Guidini adiacente al teatro e prevedono il coinvolgimento di differenti fasce d’età, all’interno di un progetto che comprende anche momenti di formazione per le nuove generazioni e una forte interazione con il territorio.

Questi gli eventi e le date:
Si parte domenica 13 giugno con una giornata dedicata ai più piccoli con due laboratori uno di circo a cura di Circo in Valigia tra giocoleria, equilibrismo e acrobatica per un pomeriggio di puro divertimento e uno di burattini a cura di Paolo Rech. I laboratori si svolgeranno dalle ore 15:00 e saranno rivolti a bambini e ragazzi dai 4 ai 12 anni. Alle ore 18:00 andrà in scena “Arlecchinate” della compagnia Bambabambin Puppet Theatre, spettacolo di burattini tradizionali di e con Paolo Rech, un repertorio di farse provenienti dalla tradizione italiana, protagonista Arlecchino, accompagnato dai personaggi della Commedia dell’Arte, in uno spettacolo che unisce dialoghi divertenti e ritmo incalzante. I tre appuntamenti sono previsti nel parco della Villa Guidini di Zero Branco, in caso di maltempo presso il Teatro Comisso.

Sabato 7 e domenica 8 agosto, dopo alcuni giorni di residenza presso il Teatro Comisso, verrà rappresentato lo spettacolo “Notti” di SlowMachine, spettacolo sull’amore, tra il teatro e il video, liberamente ispirato a “Le notti bianche” di Dostoevskji.
E infine, dopo vari percorsi di formazione online e in presenza, incontri e residenze, il 9 ottobre, con replica il 10, debutterà il nuovo lavoro di SlowMachine, ideato nell’ambito del progetto A Casa Nostra: “La Peste”, nato dall’esigenza di dare spazio ai ragazzi delle scuole secondarie di secondo grado, alla loro esperienza nella dimensione pandemica, alla loro percezione rispetto alla digitalizzazione del vivere quotidiano, tra disagi, isolamento e analisi critica. Lo spettacolo, liberamente ispirato a “La Peste” di Albert Camus, sarà presentato in forma di studio e vedrà il coinvolgimento di alcuni ragazzi delle scuole superiori del territorio veneto.

INFO e PRENOTAZIONI
Per partecipare agli eventi è necessaria la prenotazione scrivendo a biblioteca@comunezerobranco.it o telefonando allo 0422 485518 il martedì, mercoledì e giovedì dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00
e il venerdì e il sabato dalle 9:00 alle 13:00.
La partecipazione ai laboratori è gratuita previa prenotazione entro il 10 di giugno.
Il biglietto di ingresso agli spettacoli è di 5 €.
www.bibliotecazerobranco.it

Clara Galante, voce, e Opera Prima Consort

Clara Galante e Opera Prima Consort. Domenica 6 giugno 2021, ore 19:00 Sala Giovanni XXIII, Belluno

Un compositore inglese nato nel 1562 e un’opera diventata leggendaria. È la serata proposta dal Circolo Culturale Bellunese, domenica 6 giugno 2021, ore 19:00, Teatro Giovanni XXIII, Belluno con un organico di grande interesse. la cantante, attrice e autrice Clara Galante e l’ensemble Oper Prima Consort, ovvero Bor Zuljan, liuto; Marco Casonato, Noelia Reverte, Alberto Casarin, Rosita Ippolito, viole da gamba e Cristiano Contadin, viola soprano e direzione.
In programma, l’esecuzione del ciclo completo delle Lachrimae di John Dowland, opera strumentale pubblicata nel 1604. “Ai testi originali si affiancano versi di Shakespeare, racconti di Rodari, scoperte del fisico Carlo Rovelli, tenerezze di John Lennon. Si parla della storia dell’uomo con le sue vittorie e sconfitte, speranze e dolori, gioie e rimpianti. La musica di Dowland con la sua sapiente trama contrappuntistica ci aiuta in modo maieutico a scoprire le nostre emozioni e passioni più recondite, regalandoci l’esperienza di un nuovo sguardo verso la vita”.

Per garantire sicurezza e distanziamento, è richiesta la prenotazione presso Agenzia Alpe Bellunese: tel. 0437 940407, e-mail: info@alpebellunese.it. Si ricorda l’utilizzo della mascherina. Informazioni, programma completo della 68a Stagione 2021 e note di sala su: www.belcircolo.org.

John Dowland è il più insigne tra i compositori inglesi del rinascimento dell’epoca elisabettiana. Compositore, liutista e cantore, nato nel 1562 e morto a Londra nel 1626. Ebbe una vita errante tra Parigi, Germania, Italia e Danimarca. Le sue composizioni sono raccolte nella pubblicazione Lachrimae or Seven Teares figured in Seven passionate Pavans per cinque viole o violini e liuto, datata 1604. La loro gamma stilistica è immensa.
Clara Galante attrice, cantante, autrice, alterna la recitazione, la scrittura, la regia e il canto. Si è esibita con successo in Italia e nel mondo e la sua voce spazia dal popolare alla sperimentazione. Diplomatasi all’Accademia Nazionale D’Arte Drammatica Silvio D’Amico con una regia di Andrea Camilleri., collabora con i registi Peter Brook e Luca Ronconi, con i quali delinea una sua autonoma espressione artistica. Ai suoi progetti come autrice ed interprete, affianca lavori con registi italiani ed esteri.
Opera Prima, ensemble di recente costituzione diretto da Cristiano Contadin , è nato per dare vita a concerti e registrazioni storicamente informate del periodo rinascimentale e barocco. Il cuore del progetto risiede nell’esplorare il repertorio della viola da gamba nelle sue differenti declinazioni di linguaggio. La sua registrazione del CD Lachrimae di John Dowland è stata definita dalla prestigiosa Early Music Review: “wonderfully free and inventive, quirky and virtuosic, casting a bold new light on this terrific music”.
===

 

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Sagra della zucca. Dal 30 settembre al 2 ottobre a Caorera un weekend di sapori bellunesi

«L’agricoltura bellunese non ha grandi numeri, ma ha grandissimi prodotti di nicchia di elevata qualità. Tra queste, la famosa zucca santa, apprezzatissima in cucina,...

Sabato 1° ottobre a Belluno torna Sport in Piazza

Sabato 1º ottobre torna Sport In Piazza. L’edizione 2022 dell’evento dedicato allo sport e alle società sportive, che vede bambini e ragazzi come protagonisti,...

La Pallavolo Feltre piega l’HL Immobiliare Volley 3-0

HL IMMOBILIARE VOLLEY-CASSA RURALE DOLOMITI FELTRE 0-3 PARZIALI: 26-28, 22-25, 26-28. Davanti a una splendida cornice di pubblico, la HL Immobiliare Volley è costretta a piegarsi...

Pre-campionato: venerdì l’ultimo test dei rinoceronti è con Bolghera

L'esordio ufficiale si avvicina e, di riflesso, il pre-campionato della Da Rold Logistics Belluno è ormai agli sgoccioli. Prima di immergersi nella Serie A3 Credem...
Share