13.9 C
Belluno
martedì, Luglio 27, 2021
Home Cronaca/Politica Recuperati due alpinisti sul Civetta. Ancora disperso il 38enne romano caduto nelle...

Recuperati due alpinisti sul Civetta. Ancora disperso il 38enne romano caduto nelle cascate di Fanes

Belluno, 16 – 08 – 20   Questa mattina alle 6.50 circa due alpinisti bellunesi trovatisi in difficoltà hanno contattato il 118 dalla Via W Mejico Cabrones in Civetta 1150 metri di via suddivisa in 33 tiri fino al VII+.

L Z., 28 anni, di Fonzaso e T.D., 26 anni, di Pedavena, dopo aver bivaccato in parete come preventivato, erano stati investiti dalla pioggia e non erano più in grado di proseguire.

Appena possibile l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore è decollato per recuperarli, dopo averli individuati a 2.850 metri di altitudine.

I due rocciatori sono stati imbarcati dal tecnico di elisoccorso utilizzando un verricello di una sessantina di metri e trasportati al Rifugio Tissi.

Attorno alle 15.40 la Centrale del 118 ha allertato il Soccorso alpino del Centro Cadore per un’escursionista affaticata al rientro dell’Eremo dei Romiti, a Domegge di Cadore. A.T., 82 anni, di Sora (FR), stava scendendo lungo la Via Crucis assieme al marito e ai nipoti, ma arrivata a due terzi del percorso non è stata più in grado di procedere. Una squadra la ha raggiunta ed è scesa per duecento metri con lei, per caricarla poi in barella nell’ultimo tratto e trasportarla fino alla macchina a Navarre, da dove la donna si è allontanata autonomamente.

Attorno alle 16.40 una squadra del Soccorso alpino di Cortina è stata invece inviata sul sentiero che porta al Rifugio Croda da Lago, per un escursionosta che aveva riportato un probabile trauma alla caviglia. M.B., 61 anni, di Padova è stato poi accompagnata al Codivilla.

Risultano ancora vane le ricerche del trentottenne romano scomparso da due giorni nelle acque delle Cascate di Fanes a Cortina d’Ampezzo. Oggi le squadre del Gruppo forre del Soccorso alpino e speleologico Veneto e dei Vigili del fuoco hanno allestito una teleferica sopra la vasca in cui è precipitato l’uomo, su cui far scorrere la fune che portava una telecamera subacquea. Ma a nulla sono valse le manovre per tentare di visionare l’intera pozza. Il corso del Fanes è stato anche perlustrato dall’alto da uno dei droni del Soccorso alpino. Sul posto erano presenti anche i soccorritori di Cortina e del Sagf e i Carabinieri. Domani sarà nuovamente percorsa tutta l’asta del torrente fino al Boite.

Share
- Advertisment -

Popolari

Lago Film Fest. Via al concorso Princìpî Award, dedicato agli under 25

La rassegna del cinema di Revine Lago prosegue con Princìpî Award, il nuovo concorso di Lago Film Fest dedicato ai più promettenti registi di...

Operazione Opson X: 5mila litri di prosecco e una tonnellata di zucchero sequestrati dalla Guardia di Finanza

Venezia, 26 luglio 2021 - “Ringrazio il comando provinciale delle Fiamme Gialle di Treviso e la compagnia di Conegliano che oggi hanno portato a termine...

Covid: il punto della situazione epidemiologica in provincia. Incidenza minore della media nazionale

L'Ulss Dolomiti fa sapere che nell’ultima settimana è stata rilevata una ripresa di casistica seppur inferiore al trend nazionale e regionale. La maggior parte...

Gli Ordini delle Professioni sanitarie chiedono i nomi dei professionisti non vaccinati per la loro espulsione

Siamo arrivati alle liste di proscrizione. Prosegue la linea dura degli Ordini delle Professioni sanitarie del Veneto, che chiedono l'espulsione dei professionisti che non...
Share