13.9 C
Belluno
giovedì, Marzo 4, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Un’invenzione spettacolare: la solitudine in montagna con Antonio G. Bortoluzzi e il...

Un’invenzione spettacolare: la solitudine in montagna con Antonio G. Bortoluzzi e il suo Come si fanno le cose Domenica 13 ottobre a Belluno per la rassegna Oltre le vette

Domenica 13 ottobre alle 18 alla sala “Bianchi” di Viale Fantuzzi il programma di Oltre le vette – Metafore, uomini, luoghi della montagna presenta un incontro con Antonio G. Bortoluzzi, autore del fortunato romanzo Come si fanno le cose, edito da Marsilio. Sarà Flavio Faoro, direttore artistico di Oltre le vette, a dialogare con Bortoluzzi sul tema della montagna abitata, vissuta per generazioni tra lavoro e fatiche ma anche con forza e dignità. E, soprattutto, con solidarietà.

Antonio Giacomo Bortoluzzi (Foto: Sergio Mognol)

Quello tra gli abitanti delle piccole comunità alpine è un legame che ha permesso per millenni una vera resilienza alle grandi e piccole catastrofi: guerre, epidemie, ma anche lutti famigliari, migrazioni di massa. Una montagna territorio dei legami, della condivisione, della forza comune, sostituita oggi da un’invenzione spettacolare – dice Bortoluzzi: la solitudine.

Come si fanno le cose presenta in fondo un forte richiamo alla montagna della comunità. Libro molto apprezzato, che ha già goduto di importanti recensioni positive sugli organi di informazione nazionali, questo ultimo lavoro di Bortoluzzi non è tuttavia soltanto un libro sulla montagna abitata, ma anche – forse soprattutto – sulla fabbrica, sul suo peso sociale e individuale, sui ritmi di lavoro e di vita che richiede. Un testo avvincente, con dialoghi molto efficaci tra due operai – Massimo e Valentino – alla ricerca di un riscatto attraverso un crimine astuto e, sulla carta, privo di rischi. Il fine è proprio il ritorno in montagna, spazio per una nuova vita ma anche territorio dimenticato nella sua essenza profonda, quella di un ambiente dove la piccola comunità si integra con gli elementi naturali in un equilibri profondo.

Solo nostalgia? Rimozione delle fatiche e dell’emarginazione personale e sociale di popolazioni intere? Forse. Ma domenica 13 ottobre Bortoluzzi saprà, come sempre, affascinare il pubblico con la semplicità e la forza della sua narrazione.

L’ingresso è gratuito fino a esaurimento dei posti disponibili.
Per ogni informazioni sul programma di Oltre le vette visitare il sito www.oltrelevette.it o la pagina Facebook dedicata.

Share
- Advertisment -

Popolari

8 marzo, Giornata internazionale della Donna. La Cisl ricorda due grandi donne: Tina Anselmi e Tina Merlin

Venerdì 12 marzo alle 18 va in scena sul sito e sui canali social della Cisl Belluno Treviso lo spettacolo online “Alla radice del...

Premio Giorgio Lago, nuovi talenti del giornalismo 2021

Gli studenti delle ultime classi dei licei del Veneto sono invitati a realizzare un articolo indagando il ruolo della cultura nella società di oggi,...

Sabato il gazebo in Piazza dei Martiri per la legge antifascista “Stazzema”

Sarà presente in Piazza dei Martiri dalle 9.00 alle 13.00 di sabato 6 e di sabato 13 marzo nello spazio tra i due bar...

4500 euro dalle Pro Loco bellunesi all’Ulss Dolomiti

La pandemia da Covid -19 ha costretto nell’anno appena trascorso tutte le Pro loco Bellunesi a modificare, o in diversi casi annullare, gli eventi...
Share