13.9 C
Belluno
mercoledì, Febbraio 28, 2024
HomeCronaca/PoliticaPrecipita e muore 24enne alpinista austriaco. Nell'intervento rimangono infortunati un volontario del...

Precipita e muore 24enne alpinista austriaco. Nell’intervento rimangono infortunati un volontario del Soccorso e il tecnico di eliococcorso

soccorso alpino punta fiamesCortina d’Ampezzo (BL), 15-06-14 Un giovane alpinista austriaco ha perso la vita oggi precipitando per circa 150 metri dalla Punta Fiames, nel gruppo del Pomagagnon. Il giovane, F.E., 24 anni, stava percorrendo con il nonno, che in quel momento si trovava dietro di lui, il traverso che porta all’attacco originario della via Jori, spigolo sud, quando è scivolato nel vuoto. Poichè corde e cellulare erano nello zaino portato dal ragazzo, il nonno ha iniziato a chiedere aiuto urlando, per poi scendere verso il basso. Le sue grida sono state sentite da diverse persone che hanno lanciato l’allarme al 118.

L’elicottero ha sorvolato la zona fino a individuare il corpo senza vita dell’alpinista, finito in un canale verticale, e ha quindi sbarcato in quota, il più vicino possibile, il tecnico del Soccorso alpino dell’equipaggio e cinque soccorritori di Cortina. L’intervento si è subito dimostrato impegnativo. La salma, ricomposta e imbarellata, è stata calata dai soccorritori in un punto dove l’elicottero potesse avvicinarsi alla parete ed è stato necessario utilizzare un gancio baricentrico di 100 metri. Durante il difficile recupero della barella, il soccorritore dell’equipaggio e un volontario che la stavano accompagnando con il gancio sono rimasti infortunati entrambi alle caviglie.

La salma è stata quindi trasportata a valle e affidata al carro funebre e i due soccorritori sono stati accompagnati all’ospedale.

Nel corso dell’operazione, il volontario della Stazione CNSAS di Cortina d’Ampezzo (appartenente anche al SAGF) e il tecnico di elisoccorso del CNSAS hanno subito dei traumi agli arti inferiori e sono ancora ricoverati al Codivilla Putti, dove in mattinata sono stati operati.
Le Stazioni del CNSAS “Dolomiti Bellunesi” porgono, assieme alla Delegazione, un sentito auguro di pronta guarigione ad entrambi.

- Advertisment -

Popolari