13.9 C
Belluno
domenica, Ottobre 25, 2020
Home Cronaca/Politica Lo Statuto delle Imprese è legge. Sburocratizzazione, trasparenza ed equità nell’accesso al...

Lo Statuto delle Imprese è legge. Sburocratizzazione, trasparenza ed equità nell’accesso al credito e sanzioni per i ritardi nei pagamenti della pubblica amministrazione

Lo Statuto delle imprese è legge. L’insieme  di quelle disposizioni che recepiscono i principi dello Small Business Act, vale a dire il principio del pensare in piccolo prima di tutto in occasione dell’emanazione di norme.

Luigi Curto

“E’ un salto di qualità notevole per le micro e piccole imprese che sono il 94,7% delle imprese italiane – commenta soddisfatto il presidente dell’UAPI di Belluno, Luigi Curto – che così vedono riconosciuto il ruolo economico e sociale svolto”.
In pratica, lo Statuto delle imprese viene a fissare una serie di principi a carattere generale, quali la  libertà di iniziativa economica, un contesto normativo certo, la progressiva riduzione degli oneri amministrativi, trasparenza ed equità nell’accesso al credito. “Il punto decisamente più importante dello Statuto delle imprese – aggiunge Luigi Curto – sta laddove va a definire i rapporti con le Istituzioni, nel cui ambito rientrano le norme per gli appalti e la delega per attuare la direttiva Ue sui tempi di pagamento nelle transazioni commerciali tra privati e con la Pubblica amministrazione, ormai giunti a tempi insostenibili, in particolare in questo momento di difficoltà e scarsa liquidità nei conti delle imprese”.
Non meno significativo è l’altro principio introdotto dallo Statuto: la proporzionalità da rispettare in base alla dimensione e al settore merceologico dell’impresa al momento di nell’introduzione di leggi e adempimenti. E proprio il tanto discusso Sistri va a ricadere in questa casistica, perché sovradimensionato per le realtà artigiane e della piccola impresa. Un test, dunque, immediato per verificare l’efficacia del nuovo Statuto delle imprese.
Un altro provvedimento va a completare il quadro positivo che lo Statuto delle imprese si porta con sé: la riserva del 60% degli incentivi alle Pmi di cui almeno il 25% è destinato alle micro e piccole imprese e la proroga della delega al Governo sulla riforma degli incentivi.

Share
- Advertisment -


Popolari

Dpcm del 25 ottobre 2020, ecco le nuove restrizioni in vigore da lunedì 26 ottobre al 24 novembre

E' stato diffuso il testo definitivo del nuovo Decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 25 ottobre 2020 che sarà in vigore dal...

Nasce a Ponte nelle Alpi il nuovo ambulatorio di Medicina generale che riunirà 5 medici

Un'unica sede per riunire tutti i medici di Ponte nelle Alpi: sta per nascere il nuovo ambulatorio di Medicina generale, finalizzato a offrire alla...

Rispettiamo le regole. L’appello del presidente della Provincia Roberto Padrin

In questo momento dobbiamo essere tutti responsabili. I numeri dei contagi e l'aumento dei ricoveri ospedalieri ci obbligano a comportamenti rispettosi delle regole. Dobbiamo...

Findomestic addebita a un omonimo la rata del finanziamento. Brumurelli (Associazione Io mi tutelo): “In 15 giorni abbiamo chiarito il caso con la banca...

Vedersi addebitare ogni mese delle rate di una cinquantina di euro senza sapere il perché non dev’essere piacevole. E’ successo in un Comune della Valbelluna...
Share