13.9 C
Belluno
giovedì, Giugno 30, 2022
Home Cronaca/Politica Sanità: i bellunesi sono stufi dei condizionali, dalla Regione servono risposte concrete...

Sanità: i bellunesi sono stufi dei condizionali, dalla Regione servono risposte concrete e tagli alle poltrone. Il gruppo dell’Unione di centro plaude all’iniziativa dei giovani ad Agordo ieri sera, propone di ragionare su Ulss unica e un cambio del sistema elettivo in Regione

Maurizio Isma

«I bellunesi hanno dimostrato di esserci e di essere stufi di “polenta e ciacole”, ma pronti ad un’azione concreta che prima o poi arriverà e sarà eclatante». Maurizio Isma, coordinatore provinciale dell’Unione di centro guarda con favore agli esiti dell’incontro di ieri sera ad Agordo promosso dai giovani de “L’impronta” e “Altra voce” sul tema della sanità. «Non si va da nessuna parte con promesse come quelle che riecheggiavano ieri nell’aria tipo “A settembre dovrebbe essere di sicuro riconosciuta la specificità bellunese nel secondo riparto dei fondi per la sanità” – afferma Isma – E’ una frase che non sta in piedi nemmeno in italiano: la certezza c’è o non c’è».
La causa principale delle difficoltà nella sanità è una malattia arcinota, l’italianissima «poltronite», ricorda Isma: «Capisco che il direttore generale Ulss 1 Fernando Compostella non possa fare molto se arrivano poche risorse. Forse è il caso di ragionare sull’Ulss unica, trovando finalmente il coraggio di sfilare qualche poltrona, prima di togliere altri servizi ai cittadini. Uniti potremmo forse contare anche qualcosa in più».
Insomma, un grazie più che ai politici va detto ai giovani per l’intraprendenza dimostrata: «La politica regionale – dice Isma – deve cambiare o i bellunesi, ormai decisamente stufi di aspettare e arrabbiati, non esiteranno a passare giustamente all’azione». Fino a che il sistema elettorale in Regione resterà lo stesso per Belluno non c’è grande speranza ed è qui che per il coordinatore bellunese Udc bisogna agire: «Non è immaginabile che un consigliere eletto in un’altra provincia rinunci a soldi per sé per cederli a Belluno e perdere così i suoi voti. Va modificato il sistema di elezione a Venezia fatto oggi su base provinciale».

Share
- Advertisment -

Popolari

Nominato Paolo Camerotta primario del Servizio Veterinario di Igiene degli allevamenti e delle produzioni zootecniche

Paolo Camerotto è il nuovo direttore del Servizio Veterinario di Igiene degli allevamenti e delle produzioni zootecniche del Dipartimento di Prevenzione dell’Ulss Dolomiti. Classe 1957,...

Torre delle fate. Gruppo PD: “Inchiesta L’Espresso, Zaia chiarisca la vicenda davanti ai cittadini veneti”

"Sulla vicenda relativa alla villa 'Torre delle fate', acquistata da Luca Zaia e oggetto di interventi di ristrutturazione, il PD aveva già chiesto nel...

Messa in sicurezza dell’abitato di Villaga: sei interventi per 1 milione di euro. Gosetti: «Primo stralcio che garantisce vivibilità alla frazione»

Feltre, 29 giugno 2022 - Taglio del nastro oggi, a Villaga, per il complesso di interventi di messa in sicurezza dell'abitato messo in campo...

I centri diurni “Via Medaglie d’Oro” e “Le Casette” partecipano alla Mostra dell’Artigianato di Feltre

I Centri Diurni per persone con disabilità del distretto di Feltre “Via Medaglie d’Oro” e “Le Casette” partecipano anche quest’anno alla Mostra dell’Artigianato, in...
Share