13.9 C
Belluno
mercoledì, Agosto 10, 2022
Home Cronaca/Politica Belluno, lo stato dei progetti dell’Intesa Galan-Dellai

Belluno, lo stato dei progetti dell’Intesa Galan-Dellai

L’assessore regionale Oscar De Bona, delegato dal presidente Giancarlo Galan a presiedere per parte veneta ai lavori della Commissione per la gestione dell’Intesa tra la Regione Veneto e la Provincia autonoma di Trento, fa il punto della situazione dei progetti che riguardano la provincia di Belluno. Nella seduta di martedì scorso a Marostica, infatti, il gruppo tecnico incaricato dei piani operativi ha presentato la relazione sullo stato di attuazione di 8 progetti Belluno-Trento per l’ammontare complessivo (finanziato con contributo dell’Intesa e con cofinanziamento) di 15 milioni di euro. Riguardo la realizzazione dell’acquedotto interregionale per la fornitura di acqua alle frazioni lamonesi nonché la sistemazione della strada che da Lamon porta a Celado Baja in comune di Castello Tesino, per il costo ammonta a 3 milioni e 260 mila euro, il progetto è nella fase preliminare. Intanto, nel mese scorso, sono stati avviati i rilievi tecnici per l’assegnazione definitiva dell’opera. Per la chiusura della dorsale di distribuzione est della rete di fibra ottica dal Trentino attraverso il collegamento con i comuni confinanti di Belluno e Vicenza, il livello di progettazione è preliminare. Ora si è in attesa della sottoscrizione dell’accordo di programma sulla base della conferenza di servizi del 18 febbraio scorso. Il costo è di 5 milioni. E’ sottoposto allo studio di fattibilità il progetto per i lavori di costruzione e di allargamento di tratti della strada provinciale della Val Senaiga in comune di Lamon per il costo di 3 milioni. Sempre nel settore delle infrastrutture, è in fase preliminare il progetto per realizzare un collegamento viario-ciclabile, con relative strutture di supporto e ippovia interregionale, sui territori dei comuni di Sovramonte e di Lamon e sul comprensorio del Primiero. Il costo è di un milione e 745 mila euro.
Nell’ambito dei servizi pubblici, il progetto per migliorare l’offerta di trasporto a favore degli studenti attraverso l’aumento delle tratte nei territori confinanti attualmente è in fase di modifica in quanto il nuovo soggetto attuatore è la Dolomitibus in sostituzione di Trentino Trasporti. L’importo è di 287.952 euro.
Ai servizi socio sanitari, assistenziali e sanitari dell’Ulss 2 di Feltre, per i quali è previsto un intervento di 520 mila euro, è destinato il progetto che prevede la creazione di ulteriori 3 moduli di assistenza nell’ambito della struttura di residenzialità extra ospedaliera denominata Hospice, già operativa dal 2006 con quattro unità di assistenza.
Nel medesimo settore rientra anche il progetto per i sistemi di pronto intervento con la costruzione del secondo stralcio dell’eliporto per l’atterraggio notturno ad Arabba, compreso il potenziamento ed il miglioramento dei sistemi tradizionali di soccorso. Per questo si prevede la spesa di 420.643 euro. Per la salvaguardia dell’ambiente c’è il progetto preliminare per la valorizzazione dell’altopiano delle  Pale di San Martino attraverso il potenziamento dell’offerta turistica nelle valli di Gares, di San Lucano e del Primiero. E’ prevista anche la costruzione di un rifugio ai piedi del balcone del Marùcol a quota 2340 m. Il costo complessivo dell’intervento è quantificato in 750 mila euro

Share
- Advertisment -

Popolari

Tre Cime. Dolomiti Bus si scusa con i viaggiatori: «Stiamo installando una nuova obliteratrice per diminuire i tempi di attesa»

Questa mattina si sono registrati alcuni ritardi nel servizio Dolomiti Bus relativo alle Tre Cime di Lavaredo. La biglietteria è rimasta inattiva per un'ora...

Auronzo Comelico, De Menech: “Sentenza storica del Tar”

Belluno, 9 agosto 2022   -   "Accogliamo con soddisfazione la sentenza del Tar grazie alla quale sono stati rigettati i nuovi vincoli paesaggistici su Auronzo...

Rigenerazione dell’ex caserma Fantuzzi, il consiglio provinciale vara l’atto di indirizzo preliminare alla permuta con l’Agenzia del Demanio

Approvato anche il Dup 2023-2025. Padrin: «Raggio dell'azione di governo ridotto per il crollo delle entrate» L'idea di riqualificare l'ex caserma Fantuzzi e realizzare una...

Vincoli Comelico-Auronzo, la Provincia tra i vincitori del ricorso. Il presidente: «La tutela della montagna non può prescindere dalla lotta allo spopolamento»

«Se c'è una pietra tombale sulla tutela della montagna e dei paesaggi dolomitici, è lo spopolamento, nient'altro. Lo ha compreso anche il Tar». È il...
Share