13.9 C
Belluno
martedì, Maggio 28, 2024
HomeArte, Cultura, SpettacoliLa forza di una donna di Daniela Breda. Nelle librerie e negli...

La forza di una donna di Daniela Breda. Nelle librerie e negli store

Un insieme tra il diario di una donna che scopre e affronta la malattia e la biografia di una vita sofferta, dove dolore fisico e morale si sono intrecciati.

Questo in sintesi “La forza di una donna” il libro di Daniela Breda, pensato dall’autrice anche come un testo che potrà essere d’aiuto a molte donne. Disponibile nelle librerie e negli store.

E’ la storia di una famiglia che si è composta dopo il temporale, dove l’uomo è a metà tra un marito e un angelo custode, dove la figlia aiuta quell’uomo che non è padre a portare il peso, che diviso fa meno male ma, forse più di tutto, è un inno alla vita. Le descrizioni delle fasi della malattia emergono anzitutto dallo sgomento che la protagonista, autrice in prima persona, svela di aver provato: ogni volta che provava a pensare che tutto sarebbe andato per il meglio, qualcosa di male succedeva, perchè le complicazioni sono una derivata dall’altra e le medicine risolvono da una parte e ledono dall’altra. Cercare l’equilibrio fra i mali è difficile da raggiungere e questo racconto ce ne lascia il memento. Lo fa con una voce sincera, con una donna che non ha bisogno di vestirsi da supereroe nè di coprire i suoi cedimenti: perchè il successo ce l’ha già. E’ nella sua stessa vita, nella sua “bambina”, in suo marito e negli altri membri della famiglia. Infi ne, la vita, perchè ad essa la protagonista si rivolge, lo fa guardandola come fosse la prima volta, riscoprendola,
valorizzandola. A lei va l’ode della chiosa, scritta con quella forza che solo le donne sanno palesare nel mezzo delle difficoltà.

Daniela Breda è nata in Svizzera nei primi anni ’70, è cresciuta in Lombardia, tra le province di Brescia e Bergamo, ha frequentato per un anno il liceo a indirizzo commerciale preferendo poi la scuola professionale, diplomandosi come riflessologo plantare e operatore delle cure estetiche. Ma quella non era la sua strada. La sua passione era cucinare, così diventa cuoca e imprenditrice di grandi eventi. Dopo dodici anni di sacrifici decide di cambiare nuovamente e divente cuoca all’istituto Salesiano Agosti di Belluno, una scuola paritaria con primarie e secondarie di primo grado. Cucinare per lei è un vero piacere e il contatto con i ragazzi fa riaffiorare la sua solarità, che trasferisce con gioia al suo lavoro creando il suo giusto equilibrio.

- Advertisment -

Popolari