13.9 C
Belluno
domenica, Maggio 26, 2024
HomePrima PaginaSoverzene 2024. Sabato l'esercitazione di protezione civile

Soverzene 2024. Sabato l’esercitazione di protezione civile

Sabato 13 aprile si svolgerà un’importante esercitazione di protezione civile denominata “Soverzene 2024” organizzata dal Comune di Soverzene con il supporto della locale “Associazione di Protezione Civile ed Antincendio Boschivo di Soverzene odv” con la quale è attiva una convenzione.

Per questa esercitazione il Comune di Soverzene ha chiesto il supporto anche alla Provincia di Belluno che si è resa disponibile ad attivare altre 10 associazioni di volontariato di Protezione Civile operanti nel territorio provinciale.

L’esercitazione prevede l’apertura del Centro Operativo Comunale (COC) presso il Municipio con l’accreditamento dei volontari alle 7 del mattino. A seguire ci sarà un briefing operativo per organizzare i volontari che saranno distribuiti nei tre scenari previsti.

Il Primo scenario – spiega Luca Balbinot, vicesindaco di Soverzene e a assessore alla Protezione civile –  consiste nella verifica dei collegamenti radio tra il Centro Operativo Comunale di Soverzene ed il Centro Coordinamento d’Ambito (CCA) situato a Longarone presso la sede dell’Unione Montana Cadore Longaronese Zoldo. Nel corso della prova verrà testata la qualità dei collegamenti radio anche con le sedi dei COC afferenti all’Unione Montana.
Per questo scenario ci sarà il supporto dei volontari specializzati nel settore delle telecomunicazioni; sarà presente il Radio Club NORE di Belluno, che affiancherà inoltre i volontari presenti negli altri due scenari.

Nel secondo scenario saranno coinvolti i volontari delle Associazioni di volontariato specializzate nello spegnimento degli incendi boschivi.
Verrà pertanto simulato un incendio in località Cima Campo, nella piana sopra l’abitato di Soverzene, prevedendo il pescaggio dell’acqua dal Rio Gallina. Tale operazione prevederà lo stendimento di una condotta di manichette e l’installazione di motopompe e vasche di carico. Questo scenario esercitativo vuole essere un momento di verifica della preparazione dei volontari Antincendio Boschivo; si testeranno e verificheranno nel contempo le attrezzature in dotazione alle varie squadre incrementando inoltre la conoscenza umana e professionale tra/dei Volontari.

Il terzo scenario sarà localizzato lungo la strada tagliafuoco “Col del pin” e prevederà la pulizia della vegetazione lungo una fascia a valle della strada stessa. Tale intervento di prevenzione ha lo scopo principale di ridurre al minimo la propagazione di un eventuale incendio boschivo rendendo più efficace possibile la funzione tagliafuoco di questa strada silvo pastorale.

Al termine dell’esercitazione verrà distribuito un pasto preparato dai volontari di Protezione Civile della Val di zoldo in collaborazione con il Circolo Culturale di Soverzene che darà il proprio supporto per la parte logistica.

Queste attività addestrative sono fondamentali e rientrano tra le attività previste dalla Legge regionale n.13 approvata nel 2022 che disciplinano le attività di Protezione Civile. Un ringraziamento a tutti i volontari che dedicano il proprio tempo a queste attività che richiedono sempre maggiore preparazione tecnica e aggiornamenti continui.

 

- Advertisment -

Popolari