13.9 C
Belluno
martedì, Maggio 28, 2024
HomeSocietà, Associazioni, IstituzioniIl Manifesto dei Giovani Bellunesi consegnato a Roma nelle sedi istituzionali

Il Manifesto dei Giovani Bellunesi consegnato a Roma nelle sedi istituzionali

Ruzzetta, Frescura, Menia Corbanese a Montecitorio

Frescura: “Promessa mantenuta!”
Il Presidente nazionale di Giovani&Futuro, Luca Frescura, comunica che il Manifesto dei giovani bellunesi è stato consegnato, come promesso, nelle sedi istituzionali più importanti a livello nazionale ed europeo.
Il documento è frutto della Conferenza che si è svolta lo scorso 16 dicembre al Teatro Comunale di Belluno “Dino Buzzati” e contiene, come recita il titolo, “sogni, paure e idee per cambiare il Paese”.
“Siamo orgogliosi di aver portato in alto la voce dei nostri giovani: dal Manifesto è emerso il segnale che qualcosa in Provincia si sta muovendo. Siamo stufi di dover subire una Politica disattenta alle tematiche che ci toccano da vicino”.
“Il primo a ricevere il manifesto – prosegue Frescura – è stato il Prefetto di Belluno, Mariano
Savastano, in occasione dell’incontro che abbiamo avuto con lui per parlare della galleria del Comelico. Sempre a Belluno ho avuto il piacere di incontrare il Vescovo, mons. Marangoni, il quale era in sala lo scorso dicembre e ha potuto ascoltare in prima persona le testimonianze dei ragazzi”.
“Successivamente – continua Frescura – una delegazione di Giovani&Futuro si è recata a Roma, alla Camera dei Deputati, dove l’on. Tosi si è reso disponibile ad accoglierci per ascoltare le paure e le idee dei nostri giovani.”
“Presso la sede della CEI a Roma abbiamo incontrato anche don Riccardo Pincerato, responsabile della Pastorale giovanile della CEI, con il quale abbiamo parlato soprattutto del tema della guerra, che ci preoccupa e non poco”.
“Abbiamo chiesto a don Riccardo di consegnare il Manifesto al cardinale Zuppi, come segnale di ringraziamento da parte nostra e di speranza affinché si possa arrivare ad una pace duratura sullo scenario globale”.
“Infine, abbiamo consegnato il documento anche all’eurodeputato Gianantonio Da Re, che più volte ci ha dimostrato la sua vicinanza, tanto da ospitarci al Parlamento europeo di Bruxelles lo scorso maggio.”
“All’ascolto dovrà seguire, ovviamente, l’azione ed è per questo che nelle sedi politiche abbiamo presentato anche delle proposte concrete, che ci auguriamo possano essere attuate. Grazie a tutte le persone che ci sono vicine” la conclusione del Presidente Frescura

- Advertisment -

Popolari