13.9 C
Belluno
giovedì, Aprile 18, 2024
HomeCronaca/PoliticaIspra. Zanoni (Pd): Grave ingerenza per rendere cacciabili specie protette

Ispra. Zanoni (Pd): Grave ingerenza per rendere cacciabili specie protette

Andrea Zanoni, consigliere regionale

“La lettera inviata da 30 consiglieri regionali di maggioranza ai ministri dell’agricoltura e dell’ambiente per chiedere un reindirizzamento di Ispra (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, ente pubblico di ricerca), con accuse di parzialità che hanno dell’incredibile, rappresenta una grave ingerenza nei confronti di questo ente governativo. Un’operazione di pressing, questo sì politico, nei confronti di un istituto tecnico-scientifico che svolge un ruolo di tutela ambientale di grande rilievo”.

A dirlo è il consigliere regionale del Pd Veneto, Andrea Zanoni.

“Con il consigliere Formaggio (FdI) a fare da capofila di questo attacco, è evidente l’intento. Ovvero quello di portare avanti una offensiva in nome di una esigua minoranza rappresentata dai cacciatori, con l’obiettivo di rendere cacciabili le specie protette come Peppola, Fringuello e Pispola, da sempre protette a livello mondiale e la cui uccisione comporta una sanzione penale prevista dalla legge attuale riguardante la tutela della fauna selvatica e la caccia. Purtroppo non è il primo tentativo di delegittimazione di Ispra: lo scorso anno il deputato dem Arturo Scotto aveva denunciato con un’interrogazione le pressioni politiche dei ministeri per addomesticare i pareri dell’ente”.

- Advertisment -

Popolari