13.9 C
Belluno
domenica, Maggio 26, 2024
HomeSocietà, Associazioni, IstituzioniAlpago. Al via i progetti di animazione per anziani e non solo

Alpago. Al via i progetti di animazione per anziani e non solo

Con il mese di aprile ripartono in Alpago i progetti di animazione sul territorio rivolti agli anziani e non solo!
“Grigio brillante” storico progetto, riparte la settimana del 2 aprile 2024. Il servizio è stato affidato alla Cooperativa Itaca di Pordenone che metterà a disposizione il suo personale per la gestione delle attività (Sara e Annalisa).
Quest’anno i centri di aggregazione che saranno attivati sul territorio sono 4 e precisamente:
– Lunedì a Tambre c/o sede del municipio al piano terra
– Martedì a Pieve d’Alpago c/o la Sala P. Fabris
– Mercoledì a Farra d’Alpago presso la Sala Parrocchiale
– Venerdì a Chies d’Alpago presso la sala del Teatro Minimo
I Centri di Tambre/Farra e Chies saranno seguiti dall’OSS Annalisa Dal Borgo mentre quello di Pieve sarà seguito dalla Psicologa Sara Peterle.
L’orario di apertura dei centri sarà dalle 14:30 alle 16:30.

Il progetto “Grigio Brillante” si configura come un servizio atto a promuovere i valori, i saperi e le competenze delle persone anziane, in una logica di apertura e integrazione con la comunità locale. Tra le finalità del progetto risulta sicuramente centrale il recupero del ruolo sociale dell’anziano, che diventa risorsa e valore da ricollocare culturalmente e socialmente al centro e non ai margini dei processi sociali.

I Centri si sono trasformati negli anni in veri e propri laboratori per la Comunità, consentendo agli anziani di diventare facilitatori di relazioni e protagonisti attivi, mettendo a disposizione le proprie abilità/capacità a favore della collettività, in un’ottica di reciprocità ed autodeterminazione.

Gli obiettivi del progetto possono essere declinati nei seguenti punti:

favorire il benessere psicofisico delle persone anziane, contrastando l’insorgere di situazioni di emarginazione e isolamento;

mantenere vive le abilità senso-percettive e linguistiche, le capacità creative, manuali e intellettuali attraverso attività e iniziative mirate;

creare momenti di socializzazione coinvolgendo gli anziani in diverse attività sociali, culturali e del tempo libero;

promuovere e stimolare l’integrazione generazionale attraverso il coinvolgimento delle scuole e dei giovani in generale;

promuovere e diffondere una nuova cultura della terza età intesa come età positiva, ricca di risorse e di possibilità;

promuovere l’interscambio e l’integrazione con la comunità locale, interagendo con i diversi soggetti pubblici e privati (ad esempio: volontariato, privato sociale, agenzie dello sport, del tempo libero, scuole, Biblioteche comunali, etc.) affinché gli anziani possano esprimere le loro potenzialità.

PROGETTO SOLLIEVO “MERENDA SMEMORATA” Rivolto a persone con inizial demenza e parkinson.
Verrà gestito da personale della cooeprativa Le Valli di Longarone.
Anche qui una novità, per il 2024 vengono attivati n. 2 centri sollievo.
I centri quest’anno saranno 2 e precisamente:
– Lunedì dalle 09:30 alle 11:30 a Puos presso la Casa della Gioventù
– Giovedì pomeriggio dalle 14:30 alle 16:30 a Chies presso la sala del Teatro Minino.
A questo progetto possono partecipare le persone con iniziale demenza o parkinson.
Eventuali interessati possono contattare gli assistenti sociali che poi si faranno portavoce con i professionisti incaricati di seguire i progetti.

- Advertisment -

Popolari