13.9 C
Belluno
domenica, Maggio 26, 2024
HomeSport, tempo liberoEventi enogastronomiciRecioto della Valpolicella, il vino imperiale, alla rassegna Vinetia Tasting, il Veneto...

Recioto della Valpolicella, il vino imperiale, alla rassegna Vinetia Tasting, il Veneto nel calice

Si è parlato di un vino imperiale ieri pomeriggio al Vinetia Tasting – Il Veneto nel Calice che si è tenuto alla Camera di Commercio di Treviso e Belluno in piazza Borsa a Treviso, evento organizzato da Ais Veneto presieduto da Gianpaolo Breda, in collaborazione con il Consorzio di Tutela Vini Custoza Doc. Alla masterclass organizzata assieme al Consorzio di Tutela Vini Valpolicella Il Recioto della Valpolicella, a descrivere i dettagli del recioto Docg della Valpolicella è stato Alberto Brunelli, enologo responsabile tecnico del Consorzio.

La storia di questo vino ha origini antiche – ha detto Brunelli – , infatti l’imperatore Gaio Giulio Cesare Ottaviano Augusto, secondo quanto riporta Strabone, prefetto del pretorio, gradiva il “vino retico” ossia quello ottenuto da appassimento. Da Virgilio questo vino era considerato secondo solo al Falerno. E ancora. Cassiodoro, ministro del Re Teodorico, che si occupava degli approvvigionamenti dai produttori veronesi, pretendeva il “vino acinatico” e lo cita tra i prodotti che dovevano stare alla corte dei re, con appassimento fino a ottobre; le stesse regole che oggi ritroviamo nel disciplinare. Brunelli ha raccontato anche del “Recioto scapà”, l’episodio accadde negli anni Trenta quando un viticoltore si lasciò scappare una fermentazione più lunga del Recioto che diede così origine all’Amarone.Il Recioto è un vino diventato di nicchia, come tutti i passiti dolci, che oggi rappresenta solo l’1,5% della produzione di Amarone.

Queste le sei prestigiose etichette del Recioto della Valpolicella presenti alla masterclass: Recioto mandorlato Corteforte, Recioto classico Carlo Boscaini, Capitel de la Crosara Montresor, Arela Seiterre viticoltori, Classico 2020 Tenuta Santa Maria Valverde, Roccolo Grassi.

- Advertisment -

Popolari