13.9 C
Belluno
martedì, Aprile 16, 2024
HomeCronaca/PoliticaBelluno città olimpica. L'assessore Mazzoccoli risponde alle consigliere Bettiol e Cassol

Belluno città olimpica. L’assessore Mazzoccoli risponde alle consigliere Bettiol e Cassol

Monica Mazzoccoli, assessore allo Sport del Comune di Belluno

“Le interlocuzioni con Fondazione Cortina, Fondazione Milano Cortina, Confindustria Belluno Dolomiti e altri soggetti portatori d’interesse hanno preso il via fin dal primo giorno di insediamento e da allora sono state continue. L’obiettivo che stiamo realizzando è quello di tessere una rete per lavorare insieme ponendo il Comune capoluogo come collettore di un programma di iniziative. Contestiamo in toto le ingenerose affermazioni sentite e lette nei giorni scorsi perché le attività svolte e in svolgimento sono molteplici e nell’incubatrice ci sono ulteriori altre idee e iniziative che vedranno la luce da qui al 2026. Tanto per cominciare, Belluno è stata la 1a città di una staffetta che si è conclusa nel mese di luglio 2023 a Milano”.

Sono le parole con cui l’assessore allo sport e alle Olimpiadi Monica Mazzoccoli ha risposto oggi, in sede di riunione del Consiglio comunale, all’interrogazione a tema Olimpiadi a firma delle consigliere Claudia Bettiol e Maria Teresa Cassol del Partito Democratico.

Diverse azioni sono già state realizzate, molte partiranno a breve e altre ancora sono in fase di studio e di progettazione. Mazzoccoli nella sua risposta ha elencato tutti i progetti ideati dal Comune o nei quali l’Amministrazione è coinvolta come partner.

“Belluno è stata la 1a tappa della staffetta del viaggio della fiaccola olimpica, organizzata dall’ANAOAI – Associazione Nazionale Atleti Olimpici Azzurri d’Italia, che ha preso il via a Cortina per arrivare a Milano – spiega Mazzoccoli -. Il Sindaco ha effettuato l’ultimo tratto del percorso, prima dello stop in Piazza Duomo, portando la fiaccola insieme al compianto generale Cappello (102 anni), ovvero colui che diede il via alle Olimpiadi di Cortina del ‘56”.
Nella stessa giornata presso Palazzo Bembo è stata ospitata, insieme a Confidustria Belluno Dolomiti, la campionessa olimpica Novella Calligaris per una conferenza sui valori dello sport.

IL TAVOLO
Belluno, in quanto Comune capoluogo, ha voluto per prima istituire un tavolo di coordinamento al quale presentare idee e dove avviare un confronto in vista di un calendario coordinato di iniziative. Gli incontri si sono sempre svolti in municipio, finora se ne sono tenuti due e il terzo è calendarizzato per il prossimo 5 marzo.

I TALK
“Nel luglio e nell’ottobre 2023 al Teatro Buzzati e a Palazzo Bembo si sono tenuti due convegni aperti a tutti – prosegue Mazzoccoli -. nei quali il tema delle Olimpiadi e delle Paralimpiadi è stato declinato con affondo sul turismo e sull’inclusività”.

LA MOSTRA
In ottobre 2023 è stata inaugurata a Palazzo Bembo la mostra “Campioni Paralimpici sul podio”. L’iniziativa era rivolta principalmente al mondo della scuola, ma fruibile a tutta la cittadinanza. L’esposizione consisteva in foto e video di campioni e podi olimpici e paralimpici degli anni passati. Realizzazione pannelli fotografici e video a cura della FICTS – Federazione Internazionale Cinema e Televisione Sportivi.

INIZIATIVE NELLE SCUOLE
“Come sappiamo la programmazione scolastica viene elaborata con molti mesi di anticipo – prosegue Mazzoccoli -. Le attività che proponiamo hanno come finalità la diffusione della cultura dello sport declinata sul mondo olimpico e paralimpico. E’ stata aperta un’ interlocuzione positiva con alcuni istituti superiori della città, siamo nello step di presentazione progetto”.
Tra le iniziative rivolte agli studenti, anche una serie di incontri con atleti olimpici e paralimpici per parlare di sport e per educare attraverso modelli positivi e sani. L’iniziativa sarà condotta in collaborazione e con il supporto di Fondazione Cortina.

INIZIATIVE E INTERLOCUZIONI
“E’ in corso un’interlocuzione con l’Università di Padova, in particolare col Dipartimento di Neuroscienze, per un progetto riguardante un centro nazionale di ricerca e avviamento allo sport per persone e atleti portatori di disabilità – le parole di Mazzoccoli -. La presenza dell’Università patavina darebbe lustro e vanto al programma di iniziative, poiché si tratta di un ente con alle spalle 800 anni di storia nella formazione ad alto livello e nella specializzazione, a livello nazionale ma anche europeo.
Non solo, è in corso d’opera l’organizzazione della Giornata Nazionale dello Sport, istituita dal Consiglio dei Ministri nel 2003 in collaborazione con CONI Belluno e con Fondazione Cortina, e il tema di quest’anno sarà incentrato sulle Olimpiadi e le Paralimpiadi.
Stiamo inoltre portando avanti contatti con l’organizzazione SPECIAL OLIMPICS per eventi sia estivi che invernali in varie location, tra le quali probabilmente anche il Nevegal. Sono eventi che solitamente coinvolgono le scuole (e non solo) e sono volti ad affrontare il tema della disabilità, per insegnare ai ragazzi a rapportarsi in modo diretto fornendo, per esempio, assistenza durante le attività sportive”.

I LOGHI
In merito all’utilizzo dei loghi delle Olimpiadi e delle Paralimpiadi, la risposta dell’assessore ha posto anche qui l’attenzione sul dialogo e sul confronto aperti da mesi con le Fondazioni. “Fino ad oggi l’utilizzo dei loghi è stato ad uso esclusivo delle località teatro di gare – spiega Mazzoccoli -, e la normativa in questo senso è molto stringente. Si è insediato già da tempo un gruppo di lavoro tra i capoluoghi di provincia Belluno, Trento, Bolzano e Sondrio e una delle tematiche affrontate è proprio l’utilizzo dei loghi olimpici. Proprio la prossima settimana ci sarà un incontro on line dal quale speriamo di chiarire meglio il quadro”.

“L’attività di promozione della nostra città attraverso lo sport consiste anche nel tenere vivi i contatti con varie Federazioni – conclude l’assessore -. Questo lavoro ci ha consentito di aggiudicarci con la FIB il Campionato Nazionale di Petanque, in calendario per il prossimo luglio. L’evento porterà a Belluno oltre 100 atleti, con le rispettive famiglie, per un intero weekend. Una più che buona occasione di visibilità per la nostra città.
Infine, per quanto riguarda i progetti infrastrutturali, questi non sono di diretta competenza comunale tuttavia siamo certi che avranno ricadute positive indirette come, per esempio, l’alleggerimento del traffico veicolare”.

 

- Advertisment -

Popolari